Che Cos’è l’Agility & Mobility Dog

A ognuno di noi, amante e possessore di un cane, almeno una volta nella vita è capitato di assistere a una gara di agility, durante un’esposizione canina o eventi organizzati in fiere dedicate agli animali. È davvero affascinante e coinvolgente, cani e accompagnatori si divertono insieme all’aria aperta ed è un buon modo per restare in forma, per tutti e due!

Chi sa davvero cos’è l’agility dog?

E’ uno sport cinofilo che consiste in un percorso a ostacoli, normalmente da 15 a 20 ed è ispirato al percorso ippico, nel quale il cane deve affrontarli nell’ordine previsto e nel minor tempo possibile. Questo non fa dell’agility dog una gara di velocità bensì di abilità: unisce capacità di interazione con velocità e sincronia. L’accompagnatore del cane si chiama conduttore e deve seguire il suo amico a quattro zampe lungo tutto il percorso, dandogli dei comandi e incitamenti per eseguire al meglio il percorso, senza errori che conducono a penalità sul punteggio totale. L’agility dog è a tutti gli effetti uno sport per il cane e il conduttore, che può essere svolto a livello amatoriale o agonistico.

Questa disciplina è aperta a tutti i cani, senza distinzione di razze e ha lo scopo di evidenziare l’agilità del cane e l’armonia con il suo conduttore. E’ un’attività educativa e sportiva, perché alla base di tutto è necessario che i partecipanti conoscano i fondamentali sull’educazione e l’obbedienza.

Nata come disciplina nel 1977 in Gran Bretagna, l’agility era un’esibizione che aveva come obiettivo l’intrattenimento del pubblico durante un campionato di “obedience”, dove ebbe un gran successo, anche se era considerata solamente un momento di intrattenimento più che una disciplina. Prese subito spazio in tutte le gare di bellezza, diffondendosi in pochi anni anche nel nord Europa e successivamente in Italia.

Nel 1990, l’Ente nazionale della Cinofila Italiana (ENCI) ha messo a punto delle regole per poter effettuare e partecipare a queste gare. Innanzitutto i cani sono suddivisi in tre categorie a seconda della loro stazza e in classi a seconda del loro grado di abilità (se sono principianti o meno). L’età minima del cane per partecipare è di 18 mesi, deve essere obbligatoriamente munito di microchip o tatuaggio e deve essere in possesso del libretto delle qualificazioni rilasciato dall’ENCI, che servirà per annotare i risultati conseguiti.

Le femmine nel periodo del calore o in gestazione, i cani feriti o evidentemente malati non posso partecipare e devono possedere il certificato antirabbico valido.

Ogni atteggiamento di brutalità o coercizione da parte del conduttore verso il cane è motivo di squalifica immediata perché l’agility dog non è solamente una gara ma innanzitutto un gioco dove cane e conduttore hanno come obiettivo quello di divertirsi insieme anche se con un po’ di sano agonismo!

Non molto diverso dall’agility dog è il più recente mobility dog, una disciplina che è uguale in tutto e per tutto ma con alcune significative differenze.

Innanzitutto nel mobility dog manca l’aspetto agonistico e non è previsto un limite di tempo per concludere l’esercizio. Questo è molto importante perché il cane non rischia di eccitarsi in modo eccessivo e al conduttore di non preoccuparsi per le prestazione del proprio cane.

Alla base di questi presupposti, non si può dimenticare che queste attività sportive possono facilitare la gestione quotidiana del cane e che stimolano la regolare attività fisica, la capacità di apprendimento e la predisposizione a socializzare da parte del vostro amico a quattro zampe. Per tutti quelli che dopo aver letto questo articolo, sentono la voglia di provare l’agility o il mobility dog, sicuramente ci saranno dei centri cinofili o delle associazioni sportive dove seguire dei corsi di introduzione a queste affascinanti discipline!

 

Michela Zoccoletti

Divisa tra due mondi, italiana di nascita, vivo a Capo Verde da qualche anno. Vegetariana per scelta, amante dello sport, della natura e degli animali. Una cosa mi fa davvero arrabbiare: l’ipocrisia! Il mio mantra quotidiano? Se vuoi risultati diversi, devi avere atteggiamenti diversi.


By | 2017-03-07T16:08:49+00:00 marzo 8th, 2017|Benessere Animali, LIFESTYLE, SALUTE & BENESSERE|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge