Festa della Repubblica

2 giugno, Festa della Repubblica

Oggi  è Festa Nazionale perché si celebra la Repubblica Italiana, 72anni dopo il famoso referendum del 1946 in cui la popolazione, stravolta ed esausta dalla Seconda Guerra Mondiale, venne chiamata alle urne per decidere la sorte del Paese.

Secondo i dati ufficiali proclamati dalla Corte di Cassazione il 10 giugno 1946: 12.717.923 cittadini furono favorevoli alla repubblica e 10.719.284 cittadini votarono a favore della monarchia. Per la prima volta il suffragio fu universale e circa 13 milioni di donne poterono far valere il loro pensiero.

Nella circoscrizione di Venezia, 403.424 persone votarono a favore della repubblica e 252.346 per la monarchia, il 61,5% contro il 38,5%. I dati parlano da soli, la provincia di Venezia voleva “cambiare aria” e con lei quasi tutto il Nord Italia mentre il Sud tendeva ad essere più tradizionalista e, forse, avrebbe preferito dare un’altra possibilità alla famiglia reale piuttosto che aprirsi all’ignoto.

Tant’è che la notte tra il 12 e il 13 giugno 1946, pochi giorni dopo che i risultati furono resi noti, il Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi assunse le funzioni di capo provvisorio dello Stato e l’ex re, Umberto II, il Re di Maggio, si imbarcò in un volo diretto in Portogallo, lasciando per sempre la penisola italiana.

Troppe erano le colpe che pendevano sulla famiglia reale italiana e, seppur gli affezionati alla monarchia votarono a favore dei Savoia, la maggioranza della popolazione decise per una nuova forma di governo, apparentemente paritaria e democratica.

Il 2 giugno 1946, insieme con la scelta sulla forma dello Stato, i cittadini italiani elessero anche i componenti dell’Assemblea Costituente che doveva redigere la nuova carta costituzionale. La Costituzione entrò in vigore il 1 gennaio 1948 e quel giorno Enrico De Nicola, capo dell’Assemblea costituente, divenne il Primo Presidente della Repubblica.

Fino al 2001 la Festa della Repubblica si festeggiava la prima domenica di giugno, fu il Presidente Ciampi a decidere di celebrarla proprio il 2 giugno, che diventò quindi giorno festivo a tutti gli effetti.

A Roma, in questa data, tutti gli anni si svolge la celebre parata militare alla presenza delle massime cariche dello Stato e il Presidente della Repubblica porta una corona di alloro alla Tomba del Milite Ignoto che si trova sull’Altare della Patria. Al termine dell’evento, i cieli della Città Eterna si colorano di bianco, rosso e verde grazie alle Frecce Tricolori, mentre nell’aria risuonano le note dell’Inno di Mameli.

MeMagazine on EmailMeMagazine on FacebookMeMagazine on GoogleMeMagazine on InstagramMeMagazine on Twitter
MeMagazine
MeMagazine siamo noi. MeMagazine sei tu. Questo profilo serve per pubblicare tutti gli articoli delle persone che vogliono rimanere anonime o di chi scrive sporadicamente e non vuole impegnarsi troppo. Vuoi scrivere? Contattaci.
By | 2018-06-01T14:54:11+00:00 giugno 2nd, 2018|Eventi|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge