FIX ME: lo spettacolo – La memoria e l’alzheimer

Ci sono dei progetti che ci appartengono più di altri, perché ci coinvolgono profondamente, perché ci abbiamo messo il cuore creandoli, perché riflettono la nostra anima. E alle volte succede che essi germoglino, da piccole piantine diventino degli alberi, si espandano e prendano direzioni che all’inizio neppure avremmo potuto immaginare.

Per l’associazione Frequenze Visive, FIX ME è proprio uno di questi casi.

Qualcuno ricorderà che qualche mese fa era stata presentata la mostra FIX ME, un progetto fotografico sui malati di Alzheimer, realizzato dall’associazione Frequenze Visive nel comune di Vigonovo.

In quell’occasione avevamo parlato di come i fotografi avevano cercato di raccontare la malattia, utilizzando le tecniche fotografiche analogiche in camera oscura per evocare il funzionamento della memoria e della sua perdita nei malati di alzheimer. Il progetto FIX ME, fatto inizialmente di foto, racconti e sperimentazioni con le tecniche di stampa in camera oscura, ha fatto molta strada da allora. E’ stato esposto in varie sedi e piano piano si è arricchito, grazie alle doti non solo fotografiche dei vari soci di Frequenze Visive. Un’elaborazione artistica, ispirata a una delle foto del progetto iniziale e creata dalla socia Doris T Dada, è diventata l’immagine simbolo del progetto stesso, rappresentandone lo spirito e il significato.

La musica onirica e coinvolgente del gruppo Mattatoio5, da semplice accompagnamento alla proiezione delle foto, è diventata successivamente la struttura portante dello spettacolo concepito a partire da FIX ME: le foto sono parte integrante di un’installazione visiva innovativa e coinvolgente, le atmosfere suggestive sono sottolineate e rese ancor più emozionanti dalla performance della danzatrice Samuela Barbieri e i diari dei fotografi sono diventati un reading musicale a cura di Vasco Mirandola,  attore padovano,

poeta, creativo, giocoliere di parole e note con una carriera lunga quarant’anni tra teatro, televisione, cinema e un premio Oscar nel’92 per Mediterraneo di Salvatores.

Vi sarà la possibilità di assistere a questo spettacolo unico sabato 9 settembre, presso il centro “Argento Vivo” in via Montale, 1 a Vigonovo; con l’occasione le foto saranno esposte proprio nelle sale dove sono state scattate.

Per ogni ulteriore informazione sull’evento, a partecipazione libera, contattate l’associazione Frequenze Visive.

 http://www.frequenze-visive.it/news/fix-me-reading-vasco-mirandola-mattatoio5-samuela-barbieri   

https://www.facebook.com/events/165513577355848

info@frequenze-visive.it

Rita Rossi
By | 2017-09-01T13:23:48+00:00 settembre 1st, 2017|Arte, Eventi, Fotografia, Musica|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge