Focus (prima parte): e se facessimo come le Zebre?

Se li osserviamo bene, si possono imparare tante cose dagli Animali.

Da bambina mi affascinavano molto le zebre per questo manto striato, prima ancora di sapere che fosse unico per ogni esemplare come per noi lo sono le impronte digitali e che le strisce servissero principalmente per auto-difesa ed auto-conservazione, più che per bellezza.

Quello che di loro più mi ha ispirato, in ogni caso, è quest’altra particolarità che purtroppo noi non abbiamo ancora sviluppato e che ci svolterebbe la Vita.

Ti capita mai di avere una discussione, di litigare con qualcuno o di ricevere una brutta notizia, e non riuscire più a concentrarti su altro? Continui a pensarci, pensarci, pensarci…o a parlarne, parlarne, parlarne… e nel frattempo ti perdi tutto il bello che c’è negli altri ambiti della tua Vita.

Ecco, a me capitava spesso, ed effettivamente a volte era pure troppo il tempo che dedicavo a ripensare a quella cosa spiacevole dopo che era successa, e il malumore restava ripresentandosi da un discorso all’altro.

E la cosa peggiore è che non pensavo a come riparare o migliorare la situazione, o a trovare una soluzione: ripensavo all’evento successo e basta.

Poi sono arrivate le zebre che, con la loro “meccanica della Mente”, mi hanno alleggerito la Vita.

Quando una zebra viene attaccata all’improvviso mentre sta mangiando spensieratamente, interrompe immediatamente la sua serenità per mettersi in salvo e decidere in fretta se scappare o difendersi.

Subito dopo, però, torna tranquillamente a mangiare come stava facendo prima.

Si mettono, cioè, in allarme e prestano attenzione al loro problema solo per quel momento; poi non le vedi che continuano in preda alla paura, alla preoccupazione anche dopo l’accaduto.

E non le vedi neanche prese dalla civetteria di (s)parlare dell’episodio con le altre zebre.

Ti immagini? Raccontandosi film mentali su come il leone quasi le azzannava, su chi ha fatto cosa, di chi è la colpa e così via.

No, loro spostano di nuovo la loro attenzione al presente e tornano a mangiare.

Questa cosa mi è piaciuta moltissimo e mi sono chiesta: cosa posso imparare da ciò? Cosa succederebbe se applicassi anch’io lo stesso metodo? Come influirebbe nella mia Vita e nelle mie relazioni?

Le risposte che mi sono data mi hanno deliziato immediatamente perché all’improvviso sparivano quegli strascichi che impattavano “inevitabilmente” il mio umore per il resto della giornata o dei giorni.

Certo, se la situazione richiede una soluzione, allora mi pongo le domande-guida con il metodo di cui ho già parlato.

Ma se l’episodio non richiede un nostro intervento, ecco cosa possiamo imparare a fare: spostare il focus a comando.

Sì, perché il focus è la nostra capacità di dirigere la nostra attenzione, quindi è controllabile.

Facile? No. Semplice? Sì, perché puoi fare due cose: concentrarti nel momento presente o chiederti cosa funziona già bene nella tua Vita.

E se la risposta dovesse essere “non c’è niente che va bene”, fermati: è una bugia. Tra le altre cose, stai respirando, leggendo, pensando, parlando, osservando. Osserva, appunto, guardati dentro e attorno: cosa sta già funzionando che stai dando per scontato? Cosa va già bene? È davvero tutto così nero? Quali sono le zone colorate della tua Vita? Onestamente, di cosa puoi già essere grata/o?

Nel prossimo articolo capiremo perché non è facile anche se è semplice, e come fare per superare la difficoltà.

Intanto ti invito a rifletterci e sperimentare questa tecnica mentale nei prossimi momenti di preoccupazione o angoscia a posteriori.

Un abbraccio&tanti sorrisi,

Luana

Luana Landolina on FacebookLuana Landolina on Instagram
Luana Landolina
All'età di circa 20 anni ho deciso di volere la mia Vita particolarmente piacevole e interessante, e così la vivo. Da sempre molto appassionata delle lingue, delle parole e delle dinamiche mentali, studio e mi occupo di come gestire pensieri, comportamenti ed emozioni attraverso il linguaggio e il Coaching.
Il mio obiettivo è aiutare a migliorare le relazioni con sé stessi, con le altre persone e con tutto ciò che ci succede.
Il mio scopo, far conoscere le chiavi necessarie affinché sempre più persone possano sentirsi felici e fortunate, portando avanti i propri progetti e credendo nelle proprie capacità.

http://disciplinamentale.it
By | 2017-07-03T14:48:49+00:00 giugno 8th, 2017|Crescita-personale, LIFESTYLE|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge