Hotel Barchessa Gritti, Fiesso d’Artico (Ve): la “passione per l’ospitalità”.

        

Benvenuti all’Hotel Barchessa Gritti.

Benvenuti in Riviera del Brenta a soli 20 km da Venezia.

Oggi mi sono concesso il lusso di una prima colazione coi fiocchi. Ho sentito molto parlare delle famose torte di Elisabetta, la titolare dell’Hotel Barchessa Gritti a Fiesso D’Artico e, data l’occasione di un passaggio proprio li davanti, le mie ruote hanno svoltato per raggiungere l’ampio parcheggio dell’Hotel. L’Hotel Barchessa Gritti, un elegantissimo hotel a 3 stelle,  si trova tra Padova e Venezia e gode di una posizione perfetta per poter conoscere una delle città più belle d’Italia.

Reception Hotel Barchessa Gritti

Ci troviamo a Fiesso D’Artico, una località della Riviera del Brenta situata a soli 20 km di distanza da Venezia. Ricavato da un attento restauro di una barchessa del XVIII secolo, all’Hotel Barchessa Gritti l’accoglienza è di casa. Un hotel 3 stelle nel cuore della Riviera del Brenta che Vi conquisterà, grazie alla sua ospitalità familiare e al fascino di una raffinata e sobria costruzione di fine ‘700. Se avete scelto la Riviera del Brenta per una bella vacanza, Hotel Barchessa Gritti, vista la sua posizione strategica giusto a metà strada tra Padova e Venezia, è il punto di partenza ideale per visitare queste splendide città, le famose Ville Venete e per partire alla scoperta delle meraviglie del Veneto.

Barchessa Gritti prima del Restauro

Barchessa Gritti prima del Restauro

Entro in Hotel e subito una bellissima Signora con un sorriso che conquista, mi saluta con un sonoro “benvenuto a Barchessa Gritti”. E’ proprio Elisabetta. Ci presentiamo e subito ci ritroviamo davanti a un fumante e buonissimo caffè e naturalmente le loro…le torte.
Arriva anche Giuseppe, suo marito. Anche lui si unisce a noi e iniziamo a conversare.
Quale occasione migliore per alcune domande a due “malati” di accoglienza (un po’ come il sottoscritto)?
Tra l’altro scopro che Elisabetta è diplomata, come me, all’Istituto tecnico commerciale professionale alberghiero di Adria (Ro) con specializzazione in sala-bar, mentre Giuseppe proviene dall’Istituto tecnico per il Turismo di Palermo.

10 DOMANDE A GIUSEPPE ED ELISABETTA

  1. Com’è nata la vostra “vocazione” di albergatori?

Abbiamo sempre lavorato nel settore alberghiero con tanti sacrifici e anche passione per questo lavoro. Abbiamo saputo per caso che l’Hotel Barchessa Gritti era chiuso e che lo davano in gestione. Così ci siamo interessati e una volta presentati alla Proprietà con le nostre referenze, i nostri  curriculum e il nostro forte entusiasmo di intraprendere l’attività di gestione, abbiamo ottenuto l’incarico.

2.  Come mai Barchessa Gritti?

Il termine “barchessa” veniva utilizzato tra ‘500 e ‘800 per definire la struttura complementare della villa veneta, nella quale erano allestite le cucine, le abitazioni dei contadini, le stalle e i magazzini, e le rimesse delle barche.
Infatti, mentre la villa era il centro residenziale e di svago dei grandi signori veneziani che la abitavano nella stagione estiva, la barchessa era il centro produttivo in cui convergeva l’attività agricola, l’allevamento e la pesca volti alla sussistenza della villa e ai commerci.

3.  Un solo “aggettivo” per autodefinirvi

OSPITALI!  Cerchiamo sempre di far sentire i nostri Clienti a proprio agio come se fossero a casa loro e di soddisfare le loro richieste, a volte anche quelle più “bizzarre”.

4. La storia del palazzo…

La Barchessa Gritti, come tutte le barchesse della Riviera del Brenta, è datata fine ‘700 e in quel tempo era adibita al rimessaggio delle barche dei nobili veneziani che trascorrevano l’estate e non solo in Riviera.

5. Il vostro rapporto con la “critica” locale e nazionale (o internazionale)? Recensioni…cosa ne pensate?

A proposito delle recensioni,  noi preghiamo sempre tutti i nostri Clienti di dirci immediatamente se c’è qualcosa che non va. Noi siamo disponibili a soddisfare, per quanto possibile, le loro esigenze. Non vogliamo che i Clienti, una volta partiti, siano indotti a scrivere delle recensioni negative su di noi. In linea di massima noi cerchiamo sempre di ragionare come se fossimo noi stessi in vacanza, affinché le loro aspettative non siano poi disattese.
E alla partenza li salutiamo sempre con calore e simpatia.

6. Passione di Elisabetta per i dolci…parlatemene

Elisabetta: La cucina in generale mi è sempre piaciuta, anche prima di intraprendere questo percorso, a casa sperimentavo sempre qualcosa di nuovo appena il tempo me lo permetteva e il riscontro del resto della famiglia era sempre piuttosto positivo. Una volta preso l’hotel, ho deciso di rendermi disponibile e sbizzarrirmi sempre più. Fino adesso ho ricevuto tanti complimenti e le recensioni ancor più positive. A volte i Clienti mi chiedono le ricette o delle torte o dei biscotti e in seguito mi mandano anche delle e-mail   di complimenti, descrivendo la buona riuscita della ricetta.

Le torte di Elisabetta

Buffet della prima colazione

7. Rapporti con le istituzioni come sono e come dovrebbero essere

In tutti questi anni dobbiamo dire che nel settore turistico in generale abbiamo riscontrato negli organi istituzionali molta incompetenza e disorganizzazione. C’è tanto da fare. Manca una seria programmazione degli eventi, così come delle opportunità di nuovi servizi da implementare (ad esempio una bus navetta lungo la riviera oppure perché no, un servizio di vaporetto da Padova a Venezia). E ci sarebbe anche tanto lavoro per i giovani che vanno seguiti per suscitare in loro sia l’interesse per l’arte che in Italia non manca, sia  la passione per l’accoglienza dei  turisti italiani e stranieri. Ma senza il supporto delle istituzioni che purtroppo parlano di turismo a “spot” e non in maniera continuativa, siamo davvero in difficoltà.

8. Prossimi obiettivi

Migliorare sempre più la nostra Barchessa Gritti. Pensiamo a una affiliazione importante…fateci gli auguri.

9. Tempo dedicato all’Hotel?

24 h La nostra passione per ospitalità è quello che ci differenzia. Lavoriamo per permettervi di godere del nostro ambiente familiare e tranquillo, e per questo vi offriamo i migliori servizi per farvi passare dei giorni indimenticabili con noi.

10.  Di cosa si parla una volta a casa?

Viviamo sostanzialmente in albergo da quando l’abbiamo preso in gestione. Tuttavia a turno riusciamo a ritagliarci del tempo  libero per noi. Ovvio che appena abbiamo un po’ di tempo insieme, i discorsi vertono anche su qualcos’altro. Ogni tanto una cenetta tra noi due ci sta pure!

Ne approfitto per andare a visitare l’Hotel e scattare qualche foto. Ma di questo, sarò ben felice di parlarvene tra un po’ di tempo. Nel frattempo vi invito a venire a trascorrere un bel week end a Fiesso D’artico (Ve) in Riviera del Brenta per ammirare le nostre Ville Palladiane, le nostre oasi naturalistiche, i nostri outlet delle calzature più belle del mondo. E soprattutto per godere della serenità e dell’ospitalità di Barchessa Gritti, di Giuseppe e Elisabetta. E per le sue torte…ovvio!

   

 

Renato Trincanato
By | 2018-08-30T23:46:28+00:00 agosto 31st, 2018|Racconti di Viaggio, Territorio, VIAGGI|2 Comments

2 Comments

  1. Alessandra Cardinale settembre 4, 2018 at 12:31 am - Reply

    Sono rientrata oggi dopo 5 meravigliosi giorni passati in questo gioiellino d’hotel..
    I titolari sono fantastici…sono il giusto equilibrio tra professionalità e cortesia…consiglio vivamente di andare al Barchessa Gritti…io ci tornerò di sicuro.Grazie Giuseppe ed Elisabetta,siete dei fantastici padroni di casa!! Alessandra

    • Renato Trincanato settembre 15, 2018 at 9:07 pm - Reply

      Grazie mille Alessandra,
      passiamo il suo commento ai titolari. E grazie da Memagazine. Continui a seguirci.
      Renato

Leave A Comment

CommentLuv badge