Las Palmas di Gran Canaria, continua il racconto di Mirko

Eccomi qui a parlarvi oggi di Las Palmas.

Gran parte dei turisti di Gran Canaria finiscono, portati dai tour operator, in quei casermoni anni ’60 che hanno distrutto Playa del Ingles e rimangono lì 8 giorni (7 notti) all inclusive, magari senza mai uscire dalla piscina, tra inglesi, tedeschi, olandesi, svedesi, norvegesi, francesi che si abbuffano di pessima comida calientada (cibo riscaldato dai buffet).

Io invece propongo una valida alternativa: invertite la rotta e partite dalla capitale dell’isola. Consiglio vivamente di trascorrere almeno alcuni giorni a Las Palmas de Gran Canaria, che è una vera città spagnola, molto affascinante, piena di persone e di giovani con una gran voglia di vivere e di divertirsi, anche se la crisi si vede, e alcuni ristoranti sono chiusi o in vendita. In particolare consiglio Las Palmas d’estate: pare che qui la temperatura, grazie alle nuvole (il cosiddetto fenomeno ‘La panza de burro’), non superi mai i 25 gradi  e per questo motivo è stata dichiarata la città col miglior clima al mondo in cui vivere. D’inverno invece può essere particolarmente fredda a causa delle nuvole. A Las Palmas de Gran Canaria potete muovervi con le ‘guaguas municipales’ (autobus gialli, prezzo del biglietto, che si fa comodamente a bordo, € 1.30). Per la tratta Santa Catilina Sant’Elmo utilizzate la guagua n. 12.

Svegliatevi al mattino presto (consiglio ore 7.45)  e andate a visitare (a piedi, l’auto qui è improponibile, un vero caos):

  • da Parque  Sant Elmo  i piacevoli quartieri di  Vegueta e Triana (Catedral de Santa Ana e shopping).
  • da Parque di Santa Catilina si passeggia per la bella playa de Las Canteras, di giorno e di sera (struscio serale). Consigliata anche per correre al mattino presto coi giovani.
  • Playa de El Confital, caratterizzata da vedute mozzafiato con la forza e il rumore dell’Oceano e i “gayser” naturali che spruzzano acqua dalle rocce di origine vulcanica. E’ davvero bello e ci sono pescatori che pescano e giovani surfisti che surfano. Alla domenica e a Natale si vedono grigliate sulla spiaggia.

Alloggi

Appartamento Colon Playa (C/Alfredo L. Jones 45): posizione centrale lungo la playa de Las Canteras, è però molto piccolo.

Appartamento Tinoca apartamentos (C/ La Naval, 10): posizione centrale a La Puntilla. E’ abbastanza carino: 2 letti e il tavolo con tv, una grande cucina e un grande bagno, purtroppo senza bidè. C’è anche un wi-fi gratuito alla reception molto gettonato, specie alla sera. Consiglio: l’appartamento all’interior è senza terrazzo, per cui pernottate qui solo se è disponibile l’esterior (più costoso). L’altro difetto è la pulizia, che lascia molto a desiderare: le signore puliscono poco e male, sono un vero disastro, viene effettuata con troppa superficialità.

Bar

Consiglio di fare pranzo o spiluccare nei bar ristoranti anziché nei ristoranti: potete mangiare tapas e raciones a prezzi inferiori ai ristoranti.

  • Bar Fernando (calle Fernando Guanarteme): tipico bar spagnolo.
  • Bar Toledana (c/ La Naval), dove si mangia bene, si spende poco: consiglio tortilla e croquetas. Unico difetto: sempre all’ombra, quindi molto freddo

Aperitivo e birre lungo playa de Las Canteras con panorama fantastico.

Ristoranti

  • Restaurante Buenos Aires Grill (C/ Tenerife 22): carne argentina per due molto buona (alla griglia) con 1 bottiglia di vino a 44€.
  • Ristorante indiano: pollo al curry e riso pilaf, pincho de cordero, riso rosso e verde, buono ed economico 25€ per due. E’ tutto ben speziato e l’indomani avrete molta sete, oltre che fare la cacca colorata!
  • Meson Libanes Grill-Resturante (c Grau Bassas Playa Chica): cena libanese per due a 29,37€
  • Casa Carmelo, Paseo Las Canteras: bellissimo pranzare fuori col panorama mare.

Shopping

El Corte Ingles (consiglio la libreria).

Discoteche

King’s (ex babylon) zona Santa Catilina.

Cabalgata de los reyes magos.

Il 5 gennaio non perdete a Las Palmas de Gran Canaria la ‘cabalgata de los reyes magos’, dalle 17 e per tutta la notte, è davvero bello, una sorta di carnevale con ben 19 carri mascherati con tutti i bambini che lanciano caramelle e dolcetti e gran finale con i tre re magi a cavallo di un cammello che ricevono le cartas dei bambini.

Qui in Spagna i Re Magi sono una grandissima festa per i bambini, più importante del Natale.

Ci sono mercatini ed è una grande festa affollatissima, davvero bello, merita.

Nel prossimo articolo vi proporrò un itinerario di 4 giorni dedicato al Nord di Gra Canaria.

Seguitemi quindi!

Autore: Mirko Simionato

 

Photo by canaryforum.com

 

 

MeMagazine on EmailMeMagazine on FacebookMeMagazine on GoogleMeMagazine on InstagramMeMagazine on Twitter
MeMagazine

MeMagazine siamo noi. MeMagazine sei tu. Questo profilo serve per pubblicare tutti gli articoli delle persone che vogliono rimanere anonime o di chi scrive sporadicamente e non vuole impegnarsi troppo. Vuoi scrivere? Contattaci.


By | 2017-10-28T14:45:39+00:00 novembre 9th, 2017|LIFESTYLE, Racconti di Viaggio, VIAGGI|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge