Lezioni di cucina: “Peperoni e Patate di Primavera”

Lezioni di Cucina” –  “La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto.

Arriva la primavera, ecco un assaggio in stile vegetariano per esaltare la nuova stagione alle porte: verdure cotte in forno, perfette per un piatto unico all’insegna della leggerezza. Provate la nostra ricetta!

 Ricetta

“Peperoni e Patate di Primavera”

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 patate
  • 2 cipolle medie
  • 1 peperone rosso
  • 1 peperone giallo
  • Olio extravergine di Oliva: 6 cucchiai da tavola
  • Peperoncino a piacere – q.b.
  • Sale – q.b.

Iniziate con il preriscaldare il forno. Lavate i peperoni, togliete la calotta
e fateli a fettine non troppo sottili. Sbucciate le patate, lavatele e tagliatele a spicchi.
(vedi foto 1)

Riunite tutte le verdure preparate in uno stampo capiente foderato di carta forno e conditele con l’olio extravergine d’oliva, il peperoncino, l’origano ed il sale. (vedi foto 2).

Infornate a 180°C per 1 ora – 1 ora coprendo con un foglio di alluminio. Date sempre un occhio durante la cottura e girate tutto con l’aiuto di una schiumarola o cucchiaio grande. A metà cottura, togliete il foglio d’alluminio e lasciate cuocere fino a quando le verdure risultano ben dorate ed arrostite. Servite in un piatto da portata accompagnato da qualche fetta di pane.

  

Consiglio 

Quando acquistate i peperoni, verificate che siano lucidi, sodi, privi di ammaccature, dalla pelle liscia e ben tesa, con picciolo ben attaccato. Quelli crudi possono essere conservati in frigo, nello scomparto delle verdure, per 3-4 giorni, oppure sono ottimi sott’olio o sott’aceto.

 Difficoltà: Facile

  • Cottura:60 minuti circa
  • Preparazione:15 minuti circa
  • Costo: economico

 Curiosità

Re Luigi XVI rese la patata una prelibatezza, spesso servita ai banchetti di corte, anche la regina Maria Antonietta si adeguò: si dice che decorasse le sue acconciature e i suoi abiti con germogli di patate.

 Vino abbinato

Questa pietanza si abbina con Vino Bianco Fermo, di medio corpo, in particolare con vini prodotti in Friuli Venezia Giulia. Si accompagna bene anche con un vino Secco.

Alessandro Antignani

Sono napoletano di nascita e veneto d’adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l’esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest’opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert “Scrivere è un modo di vivere”, nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.


Leave A Comment

CommentLuv badge