Lourdes, Roma, Betlemme. A Lughetto la natività rappresentata con centinaia di…zucche.

Auguri di Buon Natale

Carissimi lettori, carissimi amici di cuore giungano a tutti voi e alle vostre famiglie i miei migliori auguri di Buon Natale e, come ho scritto nei vari messaggi della scorsa notte, che la luce del Natale vi accompagni ogni giorno.

Si perché Natale è luce, Natale è nascita. Cosa c’è dunque di meglio che rappresentare il Natale con dei presepi?

E’ questo che trovate a Lughetto di Campagna Lupia in questi giorni, una mostra di presepi artistici esposti in parrocchia e che sono stati fatti usando ogni tipo di materiale possibile (pasta, fagioli, tappi, carte da gioco, pane e tanto altro…). Fa parte di questa mostra anche il bellissimo presepe fatto con centinaia di zucche e che la Famiglia Moressa, presso la sua abitazione di Via Marzabotto (a circa 300 metri dalla chiesa), mette in mostra a tutti coloro che lo volessero andare a visitare.

Nebrilio Moressa iniziò con i presepi di zucche qualche anno fa e ha ripercorso attraverso le sue opere, molti luoghi dove il cristianesimo è centrale, è vita.

Anche quest’ultima opera iniziata prima della sua malattia, tratta di un luogo santo, spirituale, miracoloso: Lourdes. A cattedrale finita, purtroppo Nebrilio si ammala e tutto passa in secondo piano. Nebrilio poi viene chiamato lassù, dove gli angeli volano. La sua famiglia ha deciso però di portare a termine la sua opera integrando la Cattedrale di Lourdes a quella di San Pietro in Roma e a quella della natività in Betlemme.
Tre luoghi che sono la culla del cristianesimo, l’uno assolutamente affine all’altro.

Antonia, Lara e Vauder vi aspettano, dunque, per una visita e, se vorrete, potete lasciare una vostra firma per testimonianza della vostra visita e (non obbligatoria) una piccola donazione che sarà poi data interamente alla chiesa di Lughetto.

Da parte mia, rinnovo i miei migliori auguri di Buon Natale (penso di non sbagliare se li faccio anche a nome di tutta la redazione di MeMagazine).

Che sia un Natale sereno e gioioso per tutti, che porti un filo di speranza a coloro che ogni giorno lottano per poter sopravvivere, che sia la mano tesa per coloro che ne hanno bisogno.

Buon Natale.

Renato Trincanato

Renato Trincanato
By | 2018-12-26T15:16:16+00:00 Dicembre 26th, 2018|Territorio|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge