Microsoft paga gli utenti per utilizzare Bing come motore di ricerca

Beh, diciamo che la vedo un po’ come una forzatura, piuttosto che una tecnica di marketing ben organizzata. D’altronde ormai Google è diventato un colosso praticamente incontrastato per quanto riguarda i motori di ricerca.

Le statistiche che puoi vedere qui sotto sull’utilizzo dei vari motori di ricerca di Net Market Share parlano chiaro…

statistiche web

Microsoft per (cercare di) contrastare questo dominio totale da parte di Google, ha da poco introdotto in Inghilterra un programma di ricompensa che permette di accumulare punti per ogni ricerca effettuata con Bing. Una volta accumulati i punti, questi vengono convertiti in carte regalo per Xbox, abbonamenti per Groove Music, credito Skype…

I punti che possono essere accumulati sono un massimo di 30 al giorno per le ricerche effettuate, e 60 se si fanno le ricerche utilizzando il nuovo Microsoft Edge come browser. Naturalmente il programma di ricompense aumenta con l’aumentare delle soglie raggiunte…

Il programma verrà presto ampliato anche verso Germania, Francia e Canada, per l’Italia ancora non si sa… Negli Usa è già presente da diversi mesi.

Che cosa ne pensi di questa strategia di Microsoft? Sembra anche a te una mossa che indica che sono arrivati alla frutta? O anche al caffè o digestivo 😀

Alessandro Stocco on FacebookAlessandro Stocco on InstagramAlessandro Stocco on LinkedinAlessandro Stocco on TwitterAlessandro Stocco on Youtube
Alessandro Stocco
Laureato in Tecnologie Web e Multimediali e certificato come Real Result Coach al MICAP. Ha iniziato la sua attività imprenditoriale nel 2010 con la sua prima attività di commercio elettronico. Oggi è conosciuto per aiutare persone e imprenditori ad avviare con successo le loro attività online e a promuoverle con le tecniche di web marketing più moderne ed efficaci.
By | 2017-06-12T21:22:47+00:00 giugno 13th, 2017|BUSINESS, Tecnologia, Web|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge