Moscardini in umido con Polenta e Patate

“Lezioni di Cucina”
“La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto

La polenta, uno dei piatti che meglio rappresenta il periodo invernale a tavola, calda, appetitosa e per tutti i gusti: si può preparare ogni volta con un abbinamento diverso per soddisfare il palato di tutti, la ricetta di oggi è per i palati che amano il gusto del pesce, deliziosi moscardini che si accompagnano perfettamente con un bel piatto di polenta, patate e un buon bicchiere di vino.

Ingredienti  per 2 persone:

400 gr. di moscardini,
250 gr. di polenta fioretto,
1 scatola di pomodorini,
olive nere di Gaeta,
capperi di Pantelleria sottosale,
olio extravergine di oliva,
1 aglio,
sale,
pepe,

patate al forno.

Preparazione

Pulite i moscardini e poneteli in una casseruola, aggiungete i pomodorini in scatola, i capperi dissalati, le olive, 3 cucchiai di olio extravergine di oliva, salate, coprite con il coperchio e portate a cottura, a fiamma bassissima.Preparate la polenta seguendo le indicazioni riportate sulla confezione . A parte iniziate a pelare le patate per poi cucinarle a spicchi al forno. Distribuite i moscardini , le patate, la polenta; condite con un filo d’olio e una macinata di pepe nero e servite subito.

Consiglio

Al momento dell’acquisto i tentacoli dei moscardini devono essere integri e sodi. Scegli i moscardini tutti più o meno delle stesse dimensioni perché cuociano in modo uniforme. Puoi preparare i moscardini in molti modi: in umido, in insalata, fritti, in padella, lessati e serviti con maionese.

• Cottura: 40 minuti
• Preparazione: 30 minuti
• Costo:medio

Curiosità

Poiché il mais è privo di glutine, ne va da sé che la polenta accontenta i celiaci e chi sceglie una dieta aglutinata. La polenta da sola contiene meno calorie di un piatto di pasta, il che vale a dire da 80 a 130 Kcal per ogni 100 g. È inoltre amica delle diete perché dà un senso di sazietà immediato.

Vino abbinato 

Chiaretto di Bardolino.

Alessandro Antignani
Sono napoletano di nascita e veneto d'adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l'esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest'opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert "Scrivere è un modo di vivere", nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.

Leave A Comment

CommentLuv badge