Orsetti Camillini: ricetta

“Lezioni di Cucina”
“La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto.

Un orsetto per merenda: questa ricetta è dedicata ai bambini, per un alimentazione e sana e genuina.

Ricetta
Ingredienti per 10 orsetti:

3 uova
100 g di zucchero semolato
100 g di zucchero di canna
200 ml olio di semi
300 g di farina
1 bustina di lievito per dolci (16 g)
400 g di carote
1 pizzico di cannella
1-2 cucchiai di limone fresco
1 vasetto di yogurt bianco intero
1 pizzico di sale
Preparazione

Accendete il forno a 180° (statico).Pulite le carote e grattugiatele con un robot da cucina o a mano: l peso delle carote si intende “al netto”, quindi già pulite e spelate. Con delle fruste elettriche o nella planetaria montate le uova con lo zucchero e aggiungete l’olio, il limone e lo yogurt. Aggiungete la farina setacciata con il lievito, la cannella e il sale e continuate a montare fino ad ottenere un composto liscio e perfettamente amalgamato.Imburrate e infarinate gli stampini a forma di orsetti oppure in vaschette alluminio monodose. Versate all’interno il composto e infornate a 180° per ca. 45-50 minuti.Dopo 40 minuti controllare il grado di cottura con uno stecchino.

Consiglio

Potete conservare la torta di carote sotto una campana di vetro per 3-4 giorni al massimo. Si sconsiglia la congelazione.

• Difficoltà: media
• Cottura:45 minuti
• Preparazione:20 minuti
• Costo: basso

Curiosità

Le carote sono un ingrediente prezioso poiché ricco di proprietà benefiche. Esse infatti sono ricche di fibre e vitamine (come la C,D, E).Le carote hanno inoltre proprietà idratanti, antiossidanti e purificatrici: sono insomma un vero toccasana.
Vino abbinato

Per i più grandi, golosi più dei piccoli, potete abbinare alla degustazione degli orsetti una buona Grappa.

Alessandro Antignani

Sono napoletano di nascita e veneto d’adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l’esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest’opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert “Scrivere è un modo di vivere”, nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.


Leave A Comment

CommentLuv badge