Quando la mente… è arte

Quante volte la nostra mente ci stupisce. Succede di frequente, in modo assolutamente sorprendente. Alle volte sembra quasi incredibile il potere della mente umana, sia in relazione con il corpo, sia in relazione con la realtà che ci circonda. La capacità della nostra mente di adattarsi all’ambiente, di rinnovarsi, di trovare la propria dimensione anche nella malattia, è davvero enorme.

“Quando la mente…” è il titolo di una rassegna promossa da Centro Medico Rindola in collaborazione con Anap Confartigianato Vicenza (Associazione dei Pensionati), Fondazione Vignato per l’Arte, e Associazione Frequenze Visive, con la partecipazione di Sgaialand Magazine come Media partner, e di Auser – Associazione per l’Invecchiamento Attivo. La rassegna è inserita in un insieme più ampio di eventi “Le stagioni dell’Alzheimer 2017: continuiamo a prenderci cura” promossa dal Polo Assistenziale Alzheimer – ULSS 8 Berica, dal Comune di Vicenza e da IPAB di Vicenza.

La rassegna vuole sottolineare come l’attenzione alla persona, le relazioni, un ambiente adeguato, la centralità della persona con la propria identità e le proprie singolarità possano portare al miglioramento della vita non solo del malato di Alzheimer, ma anche di chi è considerato “sano”. La malattia infatti viene affrontata cercando di andare oltre la patologia, e approcciando dapprima la persona nella sua complessità e solo dopo la malattia.

Solo guardando in profondità alla malattia, ascoltando attivamente chi ne è direttamente coinvolto, si potranno trovare le soluzioni; solo così si potrà andare oltre il concetto di demenza come assenza di capacità e d’intenzione. Il malato non sarà più un soggetto passivo, che subisce le decisioni altrui, anche relativamente alle cure, ma continuerà ad essere una persona con la sua identità e la sua personalità.

E’ proprio l’identità il filo conduttore di FIX ME, la mostra fotografica e lo spettacolo multimediale che costituiscono il terzo capitolo della rassegna, intitolato “Quando la mente è arte”. La mostra fotografica FIX ME dell’Associazione Frequenze Visive di Vigonovo (VE) sarà inaugurata venerdì 17 novembre, alle ore 17 presso il Palazzo Cordellina – Biblioteca Civica Bertoliana a Vicenza.

Domenica 19 novembre, alle ore 16, ci sarà l’occasione di assiste allo spettacolo multimediale FIX ME, dove le immagini sono impiegate, tradotte, teatralizzate e messe in scena unitamente al ballo e alla musica che, intrecciandosi, danno vita a una performance artistica emozionante. La voce profonda di Vasco Mirandola, attore di teatro, ma anche di televisione e cinema con all’attivo un premio Oscar (nel’92 per Mediterraneo di Salvatores), poeta, creativo, giocoliere di parole e note, costruttore di sogni, si alterna e si sovrappone alle coreografie della danzatrice Samuela Barbieri. Ad accompagnare gli artisti la musica di Mattatoio5, gruppo sperimentale tra i più attivi nel nostro territorio, non solo dal punto di vista musicale, che combina sonorità anticonvenzionali a immagini, effetti visivi e coreografie live per coinvolgere udito e vista in un’esperienza che vada oltre il semplice ascolto.

La perfomance: avrà luogo domenica 19 dalle 16.00 alle 17.00 presso il Salone dalla Pozza al 2° piano di Palazzo Cordellina – Biblioteca Civica Bertoliana e sarà accessibile su prenotazione.

Rita Rossi
By | 2017-11-12T14:23:10+00:00 novembre 12th, 2017|Arte, Eventi, Fotografia, Musica|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge