Ravioli alle violette

“Lezioni di Cucina”
“La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto

Pasta fresca che bontà! Una tra le preparazioni più dinamiche della pasta fresca, con un ripieno che sprigiona un sapore fresco e delicato. Pura poesia per il palato, l’incontro d’amore di questi due ingredienti è un idillio più riusciti nella storia decennale della cucina. E voi? Se vi state domandando come deliziare i vostri ospiti questa domenica siete proprio capitati nel posto giusto! Preparate insieme a noi questi favolosi ravioli!

Ingredienti  per 6 persone:

Per i ravioli:

300 gr di farina,
3 uova,
250 gr ricotta romana,
3 uova,
50 gr di parmigiano,
100 gr di burro,
sale, pepe.

per la salsa:

20 g di burro,
1 bicchiere di brodo di carne,
1 cucchiaio di timo fresco tritato,qualche fogliolina di maggiorana tritata,
sale e pepe
per la decorazione violette, un pò di salsa di pomodoro

Preparazione

Lavorare le uova battute con la ricotta, il formaggio, sale e pepe. Preparare la pasta con la farina, uova e sale e stenderla sottile. Tagliare la sfoglia in due parti: sulla prima disporre il ripieno, distanziando ogni cucchiaiata di circa tre centimetri, poi coprire con il secondo foglio di pasta e con la rotella ritagliare i ravioli. Lasciare asciugare sul piano di lavoro, cosparso di farina. Cuocere pochi minuti nell’acqua a bollore lento e sgocciolare con cura.Per la salsa mettere in una padella il burro e il brodo e fare andare su fuoco dolce fino a ottenere un composto denso; regolare di sale e pepe e aggiungo alla fine il timo e la maggiorana.Fare saltare i ravioli nella padella con la salsa e servire decorando con violette e  un pò di salsa di pomodoro.

Consiglio

E’ possibile conservare i ravioli  in congelatore per al massimo 1 mese. Per congelarli procedete così: riponete il vassoio in congelatore per un paio d’ore fino a che i ravioli non saranno induriti. Dopodiché metteteli in sacchetti gelo da congelatore. Per utilizzarli cuoceteli in abbondante acqua salata ancora congelati.

• Cottura: 6 minuti
• Preparazione: 30 minuti
• Costo:medio

Curiosità

Nell’antichità,  i romani e anche alcuni popoli arabi usavano mettere dei fiori di viola nelle proprie bevande per aromatizzarle. La loro bellezza e il loro gradevole profumo hanno fatto rientrare le violette tra i fiori più cantati dai poeti di tutte le epoche.

Vino abbinato 

Vino Bianco Fermo, corposo, in particolare con vini prodotti in Lombardia

Alessandro Antignani
Sono napoletano di nascita e veneto d'adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l'esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest'opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert "Scrivere è un modo di vivere", nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.

Leave A Comment

CommentLuv badge