Retinolo: utilizzo e controindicazioni

Sicuramente avrete sentito parlare del retinolo, elemento tra i principali presenti in gran parte dei  trattamenti cosmetici, in grado di contrastare efficacemente l’invecchiamento cutaneo favorendo il rinnovo cellulare. In poche, però, saprete sicuramente quali sono le peculiarità di questo utile attivo e soprattutto come utilizzarlo correttamente per evitare controindicazioni.

Con il termine vitamina A, vitamina liposolubile presente in natura sotto diverse forme, vengono indicati sia il retinolo che i suoi simili detti retinoidi, di cui si conoscono almeno 1500 tipologie differenti tra naturali e di sintesi. Vediamo dunque di scoprirne tutte le caratteristiche peculiari.

Retinolo viso

RETINOLO O VITAMINA A

La vitamina A o retinolo è presente in tre differenti  forme: alcolica (retinolo), aldeidica (retinaldeide) e acida (acido retinoico) Per citarvi un esempio, i carotenoidi presentano le stesse caratteristiche della vitamina A, dato che possono fungere anch’esse da provitamine: si tratta infatti di pigmenti naturalmente presenti nell’organismo come α-carotene, β-carotene, luteina, zeaxantina, criptoxantina e licopene, presenti essenzialmente negli alimenti di origine animali i quali contengono soprattutto retinolo e suoi esteri (ad esempio il retinolo palmitato).

La vitamina A è infatti maggiormente presente negli alimenti di origine animale, soprattutto nel fegato e nella milza, nel latte e suoi derivati e nelle uova. I carotenoidi invece, da cui l’organismo ricava la vitamina A, sono particolarmente presenti nei vegetali di colorazione giallo-arancione (sono proprio i carotenoidi ad essere direttamente responsabili di questo tipo di colorazione) e in quelli a foglia.

Retinolo trattamenti

Assumere vitamina A è particolarmente importante in quanto la sua carenza può determinare un’inibizione della crescita, deformazione e fragilità ossea, oltre che serie mutazioni delle strutture epiteliali e degli organi riproduttivi. Altra significativa alterazione causata da una carenza di vitamina A coinvolge la funzione visiva: in casi particolarmente seri tale deficit può rappresentare la causa della cheratomalacia, ovvero la secchezza della congiuntiva e della cornea, che possono determinare danni permanenti fino a portare alla cecità completa. La carenza di vitamina A può infine incrementare il tasso di mortalità materna in gravidanza.

Tuttavia anche gli eccessi possono creare molteplici problematiche e proprio per questo è opportuno evitare di assumere quantità troppo elevate di tutti quegli alimenti o integratori particolarmente ricchi di vitamina A, in virtù del fatto che stiamo parlando di una vitamina liposolubile e non idrosolubile. Questo significa che si trova disciolta nella componente grassa degli alimenti in cui è contenuta: qualora venga assunta in dosi eccessive rispetto al normale fabbisogno, tende ad accumularsi come riserva nel fegato generando un fenomeno detto ipervitaminosi,  causa di nausee, coliche e dolori addominali di notevole entità.

Ovviamente la vitamina A presente negli alimenti è totalmente differente rispetto a quella inclusa nei cosmetici: essi infatti contengono retinolo biotecnologico, creato cioè in laboratorio. Scopriamone quindi tutte le proprietà!

Retinolo caratteristiche

RETINOLO: CARATTERISTICHE E PROPRIETA’

Il retinolo è presente nell’industria cosmetica circa dagli anni ’80 quando è divenuto uno tra gli irrinunciabili attivi presenti nei migliori trattamenti anti-age. Rappresenta l’elemento fondamentale per contrastare l’invecchiamento cutaneo in quanto stimola il rinnovo cellulare minimizzando progressivamente le rughe d’espressione e contribuisce contemporaneamente a migliorare il livello di idratazione regolando la produzione sebacea. Tuttavia non deve essere confuso con l’acido retinoico, che pur essendo un derivato della stessa vitamina rappresenta un vero e proprio farmaco fruibile solo mediante prescrizione medica.

Proprio per questo spesso erroneamente si ritiene che il retinolo sia una sostanza troppo aggressiva per la pelle anche se in realtà è in grado di apportare notevoli benefici: la sua azione seboregolatrice rende tale elemento adatto a chi ha una pelle particolarmente grassa.; Al contempo, il retinolo è indicato anche per pelli secche e molto secche in quanto di frequente i trattamenti viso sono arricchiti da ceramidi, sostanze capaci di compattare i tessuti incrementando e stimolando il turn over cellulare. La forma acida del retinolo rappresenta un valido aiuto per eliminare le impurità, riducendo brufoli e acne ed anche in questo caso stimolando il rinnovo cellulare, rendendo la pelle progressivamente più tonica ed elastica.

Il retinolo è inoltre consigliato per combattere il fenomeno del photoaging, ossia l’invecchiamento cutaneo causato dall’eccessiva esposizione ai raggi UV: questo avviene in quanto esso ha la capacità di neutralizzare la molecola che caratterizza i radicali liberi, principale causa dell’invecchiamento cellulare.

Caratteristiche retinolo

TRATTAMENTI VISO AL RETINOLO

Come già menzionato, di frequente si ritiene che il retinolo sia eccessivamente aggressivo per la nostra pelle. In realtà la percentuale che comunemente è presente nei cosmetici varia circa da 0,1 all’1%, risultando  in questo modo sicuro e ben tollerato anche dalle pelli particolarmente sensibili. Le formulazioni di ultima generazione garantiscono inoltre un rilascio progressivo del retinolo che spesso viene impiegato in combinazione con vitamine  C ed E, che ne incrementano l’azione antiossidante rendendolo ancora più idoneo a combattere i segni del tempo.

Anche il retinolo presenta tuttavia alcune controindicazioni: è fotosensibilizzante, ovvero in grado di acuire la sensibilità cutanea durante l’esposizione al sole: aumenta infatti l’assorbimento dell’energia solare incrementando paradossalmente la produzione di radicali liberi. Applicare prodotti a base di retinolo durante l’esposizione solare può inoltre provocare spiacevoli irritazioni, rossori ed allergie anche di notevole entità.

Viene da sé che in estate è preferibile utilizzare prodotti a base di retinolo la sera o in tutte quelle occasioni dove l’esposizione solare è limitata. In commercio sono facilmente reperibili creme e sieri da notte, maggiormente indicati se desideriamo sfruttare l’efficacia di questo elemento. Punto a sfavore invece per i detergenti viso a base di retinolo che, date le basse percentuali e la tipologia di prodotto a risciacquo, risultano blandi e non caratterizzano effetti benefici visibili.

E voi avete mai utilizzato trattamenti viso al retinolo? Li ritenete efficaci? Fateci sapere la vostra opinione in merito!

Veronica Bufano on EmailVeronica Bufano on FacebookVeronica Bufano on GoogleVeronica Bufano on InstagramVeronica Bufano on LinkedinVeronica Bufano on Twitter
Veronica Bufano
Veronica 37 anni, toscana dalla nascita ma ligure d'adozione ama ogni singola sfumatura che determina il concetto di "bellezza". Amante della scrittura, vive per assencondare le proprie passioni con estro e creatività ed è sicuramente la determinazione e la testardaggine a permetterle di realizzare quelli che sono i suoi sogni!
By | 2018-06-29T15:15:00+00:00 luglio 1st, 2018|BELLEZZA, Skincare|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge