Risotto agli asparagi e curcuma

“Lezioni di Cucina”
“La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto.

La ricetta di oggi è semplice e veloce, giusto il tempo di cottura del riso!Con pochissimi ingredienti potrete preparare un pranzo da gourmet!

Ricetta

Ingredienti per 4 persone:

  • 350 gr di riso vialone nano
  • 1 bel mazzo di asparagi
  • 1 cucchiaio raso di curcuma in polvere
  • 3 cucchiai di formaggio morbido
  • parmigiano grattugiato a piacere
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco secco
  • olio extra vergine di oliva q.b.

Preparazione

Cominciate con il lavare e pulire gli asparagi levando la parte più legnosa dei gambi e pelateli con uno sbucciapatate, dopo legate gli asparagi tra loro con un filo,metteteli in una pentola in posizione verticale,lasciando le punte leggermente fuori dall’acqua fredda e salata. fateli cuocere fino a quando risulteranno teneri. Prendete gli asparagi (tenendo da parte l’acqua di cottura) e prelevate le punte e le parti tenere,mettetele in una padella con un filo ‘dolio e lo spicchio d’aglio e un po’ di pepe,e fateli insaporire per qualche minuto, quindi iniziate con la preparazione del risotto:in una casseruola mettetela cipolla tritata con un cucchiaio d’olio ed il riso e fatelo tostare per un paio di minuti.Successivamente sfumate con del vino bianco secco e lasciate evaporare,
aggiungete man mano l’acqua di cottura degli asparagi conservata in precedenza e dopo circa 15 minuti,quindi a 2/3 della cottura del riso vialone nano, mettete il formaggio morbido, la curcuma ed il grana padano e mescolate bene finchè si sarà amalgamato. Giunti a fine cottura aggiungete gli asparagi, mescolate con cura e aggiustate con sale e pepe, servite subito in tavola con un velo di formaggio grattugiato.

• Cottura:25 minuti
• Preparazione:20 minuti
• Costo: basso

Curiosità

In India, la Curcuma è conosciuta ed utilizzata da circa 5.000 anni come medicina, spezia per insaporire i cibi e come colorante. Il suo nome in lingua persiana antica, kour koum, significa zafferano, tanto che la curcuma per secoli è stata detta “zafferano delle Indie”. E’ nota anche per essere uno degli ingredienti base del curry, mix di aromi e spezie molto usato nella cucina indiana.

Consiglio

Mescolare il riso con una frusta, e non con un mestolo di legno, ci aiuta tantissimo nell’effetto finale del risotto. Con la frusta andiamo a montare l’amido come si fa per lo zabaione. Lo stesso vale per il riso; quando lo sbattiamo emulsioniamo bene l’amido che rende tutto più cremoso.

Vino abbinato

Questa pietanza si abbina con Vino Bianco leggero, anche Vivace e/o Novello in particolare con vini prodotti in Lazio. Si accompagna bene anche con un vino Secco.

Alessandro Antignani

Sono napoletano di nascita e veneto d’adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l’esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest’opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert “Scrivere è un modo di vivere”, nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.


By | 2017-06-19T09:40:03+00:00 giugno 19th, 2017|Alimentazione, Ricette di Cucina, SALUTE & BENESSERE|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge