Torta salata con patate e pancetta

“Lezioni di Cucina”
“La cucina è l’arte più antica, perché Adamo è nato a digiuno.”
Anthelme Brillat-Savarin, Fisiologia del gusto

La torta salata con patate e pancetta è un delizioso piatto unico che possiamo servire per cena, pranzo, o anche per un goloso  spuntino. Questa sfiziosa variante di torta salata piace davvero a tutti  e può essere riproposta anche con l’ aggiunta di spezie o formaggi a piacere, per renderla ancora più ricca.

Ingredienti :

  • 1 rotolo di pasta sfoglia
  • 500 g di patate
  • 150 g di pancetta a fette
  • 250 g di provola
  • 2 cipolle
  • pangrattato q.b.
  • sale q.b.
  • rosmarino q.b.
  • olio extra vergine  di oliva q. b.

Preparazione

Pelate le patate e tagliatele  a piccoli cubetti, poi prendete un’ ampia padella e versate  dell’olio extravergine di oliva e quando comincia a  soffriggere, aggiungere le cipolle tritate finemente, poi, dopo qualche minuto, aggiungete anche le patate a dadini e fate cuocere per 10 minuti. Ora aggiungete anche la pancetta e fate cuocere il tutto per altri cinque minuti. A questo punto prendete il rotolo di  pasta sfoglia e trasferitelo in una tortiera,  versatevi il composto ed aggiungete anche  la provola tagliata a dadini. Tirate verso l’ interno i bordi in eccesso e  cospargete con del pangrattato e rosmarino la superficie della vostra torta salata e infornate a 200° per 25 minuti. Quando la torta salata sarà cotta, lasciate intiepidire e  servite pure.

Consiglio

Un primo e funzionale modo per conservare per circa 3 giorni la provola fresca, consiste nel ricoprirla con una pellicola e poi adagiarla in un contenitore per alimenti, riponendo quest’ultimo nella parte bassa del frigo e ad una temperatura di circa 4 gradi. In alternativa alla cellophane si può usare un canovaccio pulito e soprattutto di cotone bianco leggermente umido, in modo che tenga la provola costantemente irrorata e quindi scongiurarne il rischio di deperimento.

  • Cottura: 25 minuti
  • Preparazione: 20 minuti
  • Costo: medio

Curiosità

La pancetta, e in particolare quella conservata, non è un alimento magro, ma al contrario è estremamente grasso e dunque il suo consumo andrebbe limitato a una frequenza sporadica e a porzioni moderate.  Inoltre, a causa della possibile presenza di parassitosi nel maiale, che possono infettare l’uomo, è da sconsigliare anche l’assunzione di pancetta fresca o conservata durante la gravidanza, per evitare danni al feto; in questo caso, la cottura rappresenta un’alternativa valida dal punto di vista dell’igiene e della salubrità.

Vino abbinato

Vino Bianco Fermo, leggero, in particolare con vini prodotti in Veneto

 

Alessandro Antignani
Sono napoletano di nascita e veneto d'adozione, sono arrivato in Veneto , a Lovadina di Spresiano per l'esattezza, in un giorno di Maggio nel 2007 per un trasferimento lavorativo che doveva essere solo di pochi mesi e invece è divenuto per sempre. Scrivo perchè mi piace e mi fa stare bene, MeMagazine mi ha dato quest'opportunità di esprimermi attraverso una rubrica di cucina .Per citare Flaubert "Scrivere è un modo di vivere", nel mio caso è così: non concepirei una vita senza la scrittura e, ovviamente, senza il suo complemento indispensabile, la lettura.
By | 2018-07-31T20:52:40+00:00 agosto 1st, 2018|Alimentazione, Ricette di Cucina, SALUTE & BENESSERE|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge