Turismo 10: Palio del Ruzante – Edizione n. 13

Bentrovati  a tutti carissimi lettori di Memagazine. Questo inizio autunno vede davvero molte manifestazioni che caratterizzano la nostra meravigliosa Riviera del Brenta. Mi è dispiaciuto davvero tanto per la cancellazione di Riviera Fiorita lo scorso 10 Settembre, ma il tempo inclemente non l’ha proprio permessa. Ed ora occhi puntati al “Palio del Ruzante“, domenica 24 Settembre a Fiesso D’Artico. 

Nella magia della Riviera del Brenta, dentro una storia millenaria, una competizione unica al mondo.

Per secoli i tiranti hanno trainato, con la forza delle braccia o con i cavalli, le barche che univano Venezia e Padova. Ora, per rievocare il loro mondo, moderni atleti si affrontano, trascinando dalla riva un grosso e pesantissimo battello.

Il loro lavoro è ricordato, fra gli altri, da uno dei grandi figli della terra veneta: Angelo Beolco, più noto come Ruzante, il nome del suo personaggio teatrale.

Il palio e le attività correlate vogliono ricordare questo grande artista, in cui appaiono, in una cornice universale, valori ed elementi vitali della civiltà veneta.

Il Palio del Ruzante è una gara che consiste nel traino di una grossa barca – un burcio – da parte di squadre formate da cinque tiranti più tre riserve lungo un tratto del Naviglio Brenta. La competizione è a cronometro e si svolge su due manches, rispettivamente in favore di corrente e controcorrente. La squadra vincitrice riceve un palio, cioè uno stendardo dipinto appositamente da un pittore. È disciplinata da un apposito regolamento. La è preceduta da un corteo storico rievocativo della vita sul Brenta ai tempi di Ruzante. Ad essa partecipano squadre rappresentanti le diverse comunità brentane. Il Palio è stato disputato per la prima volta nel 2005. È nato con l’obiettivo di far conoscere i valori ambientali, storici, architettonici, culturali della Riviera del Brenta. Si inserisce negli sforzi che da molte parti si stanno compiendo per la salvaguardia dell’identità del territorio.

Contentissima della collaborazione con tutta la comunità Fiessese e Rivierasca, Raffaela Barbato presidente della Pro loco di Fiesso D’Artico e del Consorzio delle Pro loco Brenta-Adige non nasconde un filo di emozione per questa 13° edizione. Unione dei comuni, pro loco  e tutte le amministrazioni danno sempre molto volentieri il patrocinio a questa manifestazione che rievoca e porta avanti la tradizione e la cultura veneta soprattutto quella dell’arte dei Tiranti. Saranno presenti 9 squadre che si contenderanno il13° palio con anche una squadra francese di Saiit Marcellin (comune gemellato a Fiesso D’Artico) da dove una delegazione proprio di Fiesso è rientrata in questi giorni per la celebrazione dei 10 anni di gemellaggio. Sarà inoltre presente la neo Miss Riviera del Brenta Elisa Bellocchi con altre ragazze che erano in concorso, tutte in costume di nobildonne medievali. -“Sono molto contenta di essere la portavoce di questo bellissimo territorio, partecipando a queste magnifiche manifestazioni”, ha detto Elisa. “Spero di poter dare, nel mio piccolo, un apporto a tutta la Riviera del Brenta in termini di visibilità mediatica. Qui si sta davvero bene e le prerogative per dei bei periodi di vacanza o semplicemente per divertirsi, visitare, fare shopping o gustare ottimi piatti non mancano davvero”. Soddisfatto il patron, che sarei io!!!!  Anche attraverso Miss Riviera del Brenta si promuove territorio, cultura, tradizione e turismo. O no?

Renato Trincanato

Leave A Comment

CommentLuv badge