Turismo 10: Pro Loco Mira…amicizia, volontariato e molto altro!

 

Ciao ciao ciao a tutti. Grazie davvero di cuore a tutte le testimonianze d’affetto che mi fate avere attraverso le varie pagine, siti, redazione. Grazie davvero.

Abbiamo incontrato alcune Pro Loco rivierasche qualche tempo fa e oggi proseguo con la Pro Loco del comune più grande della Riviera del Brenta. La PRO LOCO MIRA.  Un bel incontro con Michele Campalto, il suo Presidemte.

Dal 2009, anno di fondazione, la Pro Loco Mira è il braccio operativo per il Comune di Mira, nell’organizzazione di eventi in tutto il territorio. Organizza e gestisce eventi a Mira e nelle sue frazioni che sono ben sette: Mira Taglio, Mira Porte, Malcontenta, Oriago, Gambarare, Marano, Borbiago. Collabora con le Associazioni del territorio e coordina i Commercianti delle varie Frazioni che vogliono organizzare manifestazioni nei centri cittadini.
Si prefissa di coordinare eventi nel territorio proprio per evitare accavallamenti e calendarizzarli, nel limite del possibile, ogni anno, in modo da renderli più appetibili al pubblico e ai turisti che alloggiano a Mira e in Riviera del Brenta. L’Associazione Pro Loco Mira è una libera associazione fondata sul volontariato che svolge senza fini di lucro attività di promozione turistica di base e di socialità civica.

Oggi ci incontriamo con Michele Campalto, il presidente dell’Associazione al quale rivolgiamo subito qualche domanda.

D- Innanzitutto Michele, che scopi ha la Pro loco?

R- Beh, scopo primario della Pro Loco è quello di riunire in Associazione tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo turistico e culturale della località di giurisdizione a seguire, svolgere fattiva opera per organizzare turisticamente la località, proponendo alle amministrazioni competenti il miglioramento estetico delle zone e promuovendo le iniziative atte a tutelare, valorizzare e far conoscere i valori naturali, artistici e culturali del ns Comune e poi realizzare iniziative rivolte a favorire la valorizzazione turistica, culturale e di salvaguardia del patrimonio storico, culturale, folcloristico, ambientale e dei prodotti tipici del ns Comune

D- Chi è la Pro Loco Mira?

R- L’Associazione Pro Loco Mira è una libera associazione fondata sul volontariato che svolge senza fini di lucro attività di promozione turistica di base e di socialità civica. L’Associazione svolge la sua attività nel Comune di Mira e nella sue frazioni. Ovviamente essendo tutti volontari, il collante che ci tiene legati è l’amore per il nostro paese. Nient’altro.

D- Vuoi aggiungere qualche altro particolare Michele?

R- Come ho detto prima, La Pro loco di Mira è un’associazione locale nata allo scopo di promuovere il territorio ed il suo sviluppo valorizzandone cultura e tradizioni.
Le attività della pro loco si afferiscono a diverse sfere d’intervento turistico, sociale, culturale e sportivo riunendo in associazione tutti coloro che hanno interesse allo sviluppo turistico e culturale del nostro territorio.
Proponiamo, o cerchiamo di farlo…non è sempre facile, lo sai,  alle Amministrazioni competenti il miglioramento estetico della zona. Trovo che promuovere e coordinare le iniziative (convegni, gite, escursioni, spettacoli pubblici, festeggiamenti, manifestazioni culturali, sportive e ricreative, fiere e mostre, ecc.); sensibilizzare le autorità competenti sui problemi che riguardano il turismo locale, sono alcune delle nostre attività ma che tengono unito il paese e soprattutto creano momenti ludico-sociali dei quali Mira ha bisogno.

Cosa offriamo per questo? Negli anni abbiamo sviluppato una fitta rete di aziende locali e di privati che con passione quotidianamente investono nella valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze . Offriamo attenzione nel sviluppare attività o iniziative nel settore sociale, del volontariato e della solidarietà,  impegno per migliorare le infrastrutture, la ricettività alberghiera ed extralberghiera, ci preoccupiamo del regolare svolgimento dei servizi locali interessanti il turismo, svolgendo tutte quelle azioni atte a garantire la più larga funzionalità, cerchiamo di vigilare propositivamente sulla conduzione dei servizi pubblici e privati di interesse turistico.

         

 

D- Michele, le nuove norme antiterrorismo, sicurezza, stuart istruiti ad “alto rischio”, cosa hanno comportato per voi?

R- Aiuto, tasto dolente questo. Hai presente tutta la bella roba che ti ho citato fino ad ora? Ecco, per i 3 terzi, purtroppo, dovrà essere messa in discussione e, ahimè, forse annullata. Fare una manifestazione con le nuove norme antiterrorismo e sicurezza significa dover avere tanti (ma credimi tanti davvero) Euro da parte per pagare le agenzie che forniscono gli stuart attrezzati, trovare mezzi pesanti o Jersey per bloccare le vie d’accesso, ambulanze presenti ogni tot di persone (e pure quelle costano un botto). Insomma, per farla breve, una manifestazione come i mercatini che si metteva in piedi con gli sponsor e le iscrizioni degli stand, ci verrà a costare circa 10-12 mila euro di sicurezza. Solo per iniziare. Quindi salterà? Non si sa…fatto sta che i vacomuni e le vari proloco già sentite sono davvero molto preoccupate. Vi ricordo anche il Carnevale degli Storti  Dolo del collega Salvagnin, saltato per stessi motivi. Credete, se prima era difficile, ora sarà quasi impossibile.

D- L’auspicio

R- L’auspicio è che intanto finiscano questi periodi dove la gente vive col terrore, ma questo non è compito delle pr loco, è compito di buone politiche. Poi ci pensiamo noi a far divertire la nostra gente.

Dal sito della Pro Loco, la storia di Mira in breve.

Nel 1867 dopo la fusione dei tre Comuni, Mira, Oriago e Gambarare, nasce il Comune di Mira, da qui lo Stemma con le tre corone, simbolo dei tre precedenti Comuni. Il nostro comune è poi diviso in sette frazioni: Mira Taglio, Mira Porte, Malcontenta, Oriago, Gambarare, Marano, Borbiago.

Mira preserva un ambiente naturale molto variegato e senza dubbio di notevole interesse. Si caratterizza per le sue aree umide: la barena, con le casse colmate e la laguna, i canali e i fossati.

Questi luoghi racchiudono moltissime specie animali che non si ritrovano in nessun’altra zon. Ma più di tutto il Naviglio Brenta che accompagna ogni visitatore fra le varie frazioni Miresi, ognuna distinta dall’altra per le sue particolarità. Le acque del fiume riflettono il verde dei meravigliosi parchi che costeggiano le rive, ricchi di piante secolari e di specie rare. Per non perdere la bellezza paesaggistica di ville e palazzi storici che danno a questi luoghi un paesaggio inimitabile e invidiato da tutti.

Renato Trincanato

Leave A Comment

CommentLuv badge