Venezia, Venedig, Venice, Venise, Venecia, Veneza, ヴェネツィア, 威尼斯, البندقية

Carissimi lettori, bentrovati a tutti.

Se non si fosse capito parleremo, con questa uscita, della nostra Venezia.

Nel titolo, la parola Venezia tradotta in 9 lingue, è sicuramente una delle parole che vengono tradotte di più al mondo. In effetti, Venezia è meta di viaggio da secoli, i primi testi dedicati alla sua scoperta ad uso dei viaggiatori risalgono ancora al XV secolo.
Venezia era una tappa obbligata del Grand Tour (espressione da cui derivò la parola turismo) che a partire dal XVII secolo veniva intrapreso dai giovani aristocratici europei per perfezionare il loro sapere.
Su Venezia lasciarono le proprie impressioni di viaggio, pensieri o aforismi alcuni dei massimi scrittori e pensatori europei e mondiali, quali Goethe, Mann, Nietzsche, Proust, Stendhal, Byron, Pirandello, D’Annunzio, Hemingway, Dostoevskij e molti altri.

Venezia, ovviamente è sinonimo anche di pesca, agricoltura, industria e artigianato. Inoltre cinema, arte, letteratura e cucina.

Ed è proprio grazie al turismo che Venezia è diventata una città  visitata sin da tempi antichi, tanto da indurre i governi delle varie epoche a sviluppare arti grafiche che riportavano cartine nautiche molto dettagliate, ma anche intrattenimenti in città, sia per le calli che nei suoi famosi teatri riproducendo opere dei più grandi musicisti europei.

I più bei cartelli, locandine pubblicitarie, le possiamo ammirare proprio a Venezia già nel 1500.

Le scuole erano sempre tra le più all’avanguardia sia come materie umanistiche che come scientifiche.
E anche gli istituti professionali non scherzavano.

Beh, Venezia è sempre, sempre stata culla di novità, di eleganza, di interscambi, anche a livello urbano ed edilizio.
Vi lascio a qualche foto che ho trovato davvero interessantissime in Facebook.

 

Che ne dite, non era bella allora come adesso la nostra Venezia?

Ringrazio Renato Vianello per la pubblicazione in Facebook di questi splendidi scatti.

A presto con altri piccoli angoli della nostra “Serenissima”.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.

Leave A Comment

CommentLuv badge