2020 Anno da dimenticare: ultimo saluto anche a Stefano D’Orazio, batterista storico dei Pooh.

La notizia è stata data sui social dall’amico Bobo Craxi e confermata sempre sui social da colleghi ed amici fino al commento comune degli altri componenti dei Pooh, “abbiamo perso un fratello, un compagno di vita, il testimone di tanti momenti importanti, ma soprattutto, tutti noi, abbiamo perso una persona per bene, onesta prima di tutto con se stessa”. Alla musica e all’adorata batteria D’Orazio si era avvicinato negli anni del liceo, con il gruppo The Kings, prima band cui seguono, stessi componenti nuovo nome, The Sunshines. Con loro l’esordio da paroliere firmando ‘Ballano male’.

Purtroppo Stefano era malato da tempo al sistema immunitario che lo ha reso fragile, troppo fragile, nei confronti del CoVid19, virus che non è letale per la maggior parte della gente, ma lo diventa per chi, come Stefano, soffre di particolari, pregresse patologie.

Stefano, da sempre allergico al matrimonio, cede al grande amore della sua vita, Tiziana Giardoni di 22 anni più giovane di lui e che sposa nel 2017. “Se ne va una parte di me”, ha dichiarato la moglie. Così come il resto dei componenti dei Pooh, devastati dal dolore: “se ne va un amico, un fratello”.

E naturalmente la grande, immensa quantità di gente di tutte le età che hanno voluto lasciare un pensiero per Stefano sui social, proprio come fosse un componente della famiglia. Moltissimi ricordano Stefano D’Orazio anche per un altro motivo. Infatti a marzo del 2020 quando infuriava la prima fase della pandemia di Covid-19 aveva scritto il testo del brano singolo Rinascerò Rinascerai. Con le parole di Roby Facchinetti e la musica di Stefano D’Orazio, il brano era stato reso fruibile su tutte le piattaforme musicali. Ed aveva ottenuto 16 milioni di visualizzazioni.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
Eventi Musicali Musica People
Previous reading
San Martino: tradizione da rispettare con il cavallo di pastafrolla.
Next reading
Mediaset lancia la campagna sociale ‘Giocare è una cosa seria’