Abilmente Commercianti – Disability Friendly

Vogliamo parlarvi di un’iniziativa molto importante, che vuole essere uno strumento di supporto alle tante difficoltà che ogni giorno molte persone diversamente abili devono affrontare e che purtroppo troppo spesso non sono prese in particolare considerazione. Tutto questo grazie a molti commercianti che stanno dando il loro contributo in modo molto significativo: stiamo parlando del progetto Disability Friendly.

Questa iniziativa è partita dall’associazione “Famiglie e abilità” con la collaborazione dell’associazione “Oltre il muro” di Pietro Martire, di Confcommercio Riviera del Brenta e di Sub Shark. È una proposta di accoglienza che fanno agli esercizi commerciali affinché le persone con disabilità e le loro famiglie trovino persone disponibili a un sorriso, magari armate di pazienza.

Non è richiesta una conoscenza approfondita della disabilità ma una semplice attenzione nei modi, sicuramente innata in moltissimi, che ha bisogno di conoscere per migliorare. Il loro motto è “se mi conosci non hai paura” e ognuno di loro può essere d’aiuto per dare la possibilità a chiunque di essere autonomo. Gli obiettivi sono far conoscere agli esercenti sia le difficoltà che le potenzialità proprie di ogni persona con disabilità cognitiva e motoria, offrire loro la possibilità di essere parte integrante nell’accoglienza delle persone diversamente abili e poter “usufruire” delle strutture commerciali aderenti per le persone con disabilità, raggiungendo così quelle abilità che permetteranno loro  di essere autonomi anche nella spesa.

In ogni esercizio aderente, sarà affisso un adesivo sulla vetrina a testimoniarlo. Concretamente è una targa esposta all’esterno del locale che garantisce alle famiglie, alle persone con disabilità, a tutti gli interessati, la preparazione ma soprattutto la sensibilità del gestore. 
Ciò permette un riconoscimento immediato a chiunque e una migliore predisposizione all’acquisto.

In ogni locale sarà fatto un sopralluogo per individuare il posizionamento delle pecs (tessere-immagini per la Comunicazione Aumentativa) più idonee e per studiare le adeguate soluzioni per l’abbattimento di barriere architettoniche eventualmente presenti. Saranno inoltre distribuiti alla clientela opuscoli informativi e verrà preparata una mappatura del territorio, evidenziando le attività commerciali Disability Friendly, che sarà distribuita presso enti pubblici e privati per un maggiore riconoscimento delle strutture aderenti all’iniziativa.

Confcommercio è convinta del progetto perché c’è bisogno di creare una vera economia del benessere comune che parta dai negozianti sotto casa, che si formeranno per essere a disposizione nel modo più professionale e adeguato, diventando mediatori commerciali. Nella pagina Facebook dedicata è stato sintetizzato tutto il progetto con le parole sotto riportate, che rendono appieno con sensibilità e delicatezza quale sia l’intento di questa iniziativa. “Farsi accoglienti, ricreando se stessi: è la sfida che proponiamo ai titolari di esercizi commerciali, di strutture ricettive per essere veramente inclusivi. Essere professionisti che guardano al “dettaglio” delle persone per porre al centro il benessere di ogni individuo. Chiediamo di osare ed essere protagonisti del cambiamento per dare un futuro vivibile alle persone con disabilità.”

Monica Penazzato
Eventi di Solidarietà
Previous reading
Come Rimettersi In Forma Dopo le Feste Natalizie
Next reading
5 startup e Scalup Insurtech da Tenere d’Occhio nel 2017