LE PERSONE AL CENTRO

Beniamino Magagnato, 50 anni di pane, 50 anni di sorrisi.

Ciao a tutti carissimi amici lettori. Devo dirvi ancora una volta dal profondo del mio cuore GRAZIEEEEE! Grazie per i numeri allucinanti che mi fate raggiungere come visualizzazioni, condivisioni, apprezzamenti (e anche critiche…servono anche quelle) a tutti i miei articoli, alcuni più, alcuni meno, ma tutti seguitissimi.
Grazie, grazie, grazie, e come l’ultimo mio articolo sulla Riviera Fiorita, 19.000 volte grazie!!


Ora voltiamo pagina e parliamo di una bellissima storia e, per parlarne, bisogna tornare al 1969 quando Beniamino Magagnato, decise fermamente di aprire il suo forno a Liettoli, frazione di Campolongo Maggiore, sebbene solamente diciassettenne. Una vera sfida anche per l’epoca.
Così cominciò a lavorare, sempre di più, sempre meglio, affinando tecniche e conoscenze e, come ogni commerciante che lavora col pubblico, riuscendo ad instaurare un rapporto quasi di amicizia con tutti i clienti, sviluppando, insieme alla frazione, anche la sua attività.


Intere generazioni del paese, visti i cinquantanni del suo negozio, sono cresciute con il pane del forno del Signor Beniamino che, in centro alla frazione, era ed è tuttora un vero e proprio punto di riferimento. E non solo pane, ma anche merendine per i bimbi di scuola, dolci e focacce, qualche pezzo di pizza e perché no, anche qualche bella chiacchierata, il forno offre una mèta, un luogo dove ritrovarsi, dove scambiarsi informazioni e darsi la famosa “pacca sulla spalla”, come si usa ancora fare nei nostri bei paesi.
Beniamino, forte dell’aiuto della sua famiglia che lo ha sempre sostenuto, ha avuto anche un riconoscimento da parte del Comune e consegnato direttamente dalle mani del primo cittadino di Campolongo Maggiore, Andrea Zampieri che, commosso, ha sottolineato l’importanza di figure nei paesi come quella del Signor Beniamino, persone, lavoratori instancabili dal sacrificio e dalla passione sempre pronti.
Anche da parte di MeMagazine, un caro saluto al Signor Beniamino insieme ai nostri più calorosi complimenti e ringraziamenti per il bellissimo esempio.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
People
Previous reading
Giornata internazionale del Cane: 10 motivi per averne uno.
Next reading
Miss Riviera del Brenta: 24 Agosto 2^ Selezione al suggestivo Eden di Tessera (Ve)