Coronavirus: turismo in ginocchio e il ritorno dell’intolleranza.

Alla fine ci siamo arrivati. Alla fine è stato dato il colpo di grazia all’unico settore economico che in Italia era in attivo. E si parla già di recessione. Adesso, forse, potremo capire quanta importanza ha il turismo nel nostro Paese. Ora il governo, impegnato ad arginare i contagi del nuovo virus, dovrà fare i conti anche con un settore da numeri molto alti. E quando tutto sarà passato? Spero che il turismo non torni nei cassetti di qualche scrivania, buono solo a fare qualche programma politico e poi chi si è visto si è visto.

Apro però una piccola parentesi. Lasciatemi dire che mi piange il cuore vedere la nostra Italia sempre più isolata da tutti i Paesi del mondo, mi piange il cuore vedere trattati i miei connazionali in giro per il mondo come degli appestati. Proprio l’Italia che, come accoglienza, credo di poter asserire, sia la Nazione più “aperta” sotto tutti i punti di vista.
Anche un pochino troppo, forse.

E con rammarico mi piange il cuore nel vedere che questa situazione, abbia riacceso in qualche “stolto”, la voglia di razzismo a tutti i costi, anche a casa nostra. “Finalmente abbiamo vinto contro il Nord, non hanno ancora capito che se ne devono stare a casa loro, è la cosa bella del Coronavirus”, queste le parole di una nuova pseudo-vip in un video nel suo profilo Instagram (ho già invitato la trasmissione Mediaset alla quale partecipa a farle chiedere scusa e a non invitarla più). Ma dove siamo arrivati? Terremoti in centro Italia, alluvioni al sud, sono o non sono arrivati connazionali dal nord a dare una mano? Sud, Nord impariamo a considerarli solamente punti cardinali? Gli Italiani, invece, sono tali dalla Valle D’Aosta alla Puglia, dal Trentino alla Calabria, isole comprese. E ora occorre essere uniti perché questo virus non deve vincere. E non vincerà.

VENEZIA 24/02/20 – Coronavirus, Turisti con mascherine a San Marco.
Fotografo: ©Andrea Pattaro/Vision

Lasciatemi, dunque, dare qualche numero sulle perdite immani del turismo in pochi giorni: un disastro su tutti i fronti, dai viaggi studio e di business, ai viaggi di piacere ​in entrata e in uscita dall’Italia. L’allarme è univoco: da Federalberghi alla Fiavet viene lanciato un appello al governo perché metta in campo misure straordinarie. ​Si parla già di una crisi simile al crollo delle torri gemelle, dal 70 all’80% di previsione in meno. E Venezia in particolare, arriva anche dopo un periodo di “acque alte” che hanno già penalizzato il turismo in Novembre e Dicembre. Azzerato il turismo scolastico e sportivo, il leisure sarà penalizzato non poco, oltre 20 mila posti di lavoro a rischio se la situazione non cambia in fretta. La Fipe chiede la sospensione delle tasse, come già successo in occasione di calamità naturali, l’istituzione di un fondo di contributi per i titolari dei pubblici esercizi obbligati a sospendere le attività e l’estensione del Fondo di integrazioni salariali per tutte le aziende del settore.

Cosa dire? Speriamo davvero che tutto finisca presto e che il governo stanzi misure straordinarie e concrete per far ripartire subito la nostra locomotiva turistica che traina un bellissimo treno … da Nord a Sud!

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
LIFESTYLE
Previous reading
Laurearsi in tempo di Coronavirus: via Webcam discussione tesi e proclamazione.
Next reading
Miss Eden 2020 – Quinta ed ultima selezione. Vince Valentina Sassaro.