Covid/19 e…noi! L’ORA D’ARIA – laboratorio teatrale di cittadinanza on-line

l'ora d'aria laboratorio teatrale di cittadianza on-line

Eccoci a raccontare di “L’ORA D’ARIA – Laboratorio teatrale di cittadinanza online”!

Qualcosa che ha dell’incredibile o meglio, sorprendente ai tempi del corona-virus… senza nulla togliere all’impegno, alla dedizione, alla forza, alla fatica, al coraggio, alla sofferenza, alla decisione, alla pazienza, all’energia, alla sopportazione che ogni giorno ognuno investe e spende. Si è re-inventato lo “stare insieme” a teatro! Deh… cari lettori passatemi i termini!

A far da promotore e elemento trainante essenziale per il nuovo progetto in titolo un poliedrico attore, regista, illustratore veneziano: MATTIA BERTO, un nome una garanzia!

L'ORA D'ARIA 2

Quasi quasi come il Grillo Parlante nella fiaba di Pinocchio che quotidianamente ti aspetti di incontrare nel posto giusto al momento giusto: dai teatri, alle carceri, dalle scuole alle case… Per lui in ogni dove si può far teatro! Pensandoci bene,  perché no anche su web, comodamente seduto sul suo elegante sofà nel salotto di casa?!?!

Così, apparentemente di punto in bianco, dove TUTTO è stato messo “a tacere” per osservare rigorosamente la quarantena, e TUTTI sono giustamente fermi in casa per scongiurare il dilagarsi dei contagi da CODIV-19, lui ha scelto di non fermarsi, paradossalmente restando immobile…

Con buonsenso e saggezza e un pizzico di ironica ‘follia’ ha messo in piedi stavolta un laboratorio teatrale di cittadinanza tutto da scoprire e da vivere via social.

L’ORA D’ARIA – un nome, un programma è il titolo del laboratorio:

  • se sei malinconico piuttosto che triste ti vien da pensare al misero, tuttavia prezioso, tempo scandito dalle lancette di un orologio in tempi di restrizione corporee,
  • se sei amorevole e propositivo immagini già di affacciarti ad un balcone spalancato e respirare a pieni polmoni freschezza emotiva ed emozionale.

A far da sunto possiamo prendere il sottotitolo che il buon Mattia ripete ad ogni collegamento in diretta facebook sulla pagina del gruppo creato ad oc per la circostanza –  detto spazio virtuale che in pochissimi giorni ha raccolto adesioni di partecipazione di quasi 1000 utenti – “quando i corpi non si incontrano, si incontrano le menti”.

Volendosi bene, e a star assieme al Berto non si può far diversamente, ti vien da ripetertela come un mantra questa frasetta. Volente o nolente sottovoce o a toni spessi la sentiamo tutti i giorni da mercoledì 18 marzo (tra le 17.00 e le 18.00), giorno in cui si è dato il via alle connessione nel gruppo per seguire tutti insieme il laboratorio… tant’è che istantaneo è stato l’affiatamento dei più come pure nell’immediato si è prodigata la partecipazione dilagata per invito o passaparola.

Lo spazio virtuale è impegnato in scambi ed d’interazione tra i partecipanti del gruppo facebook. Sono guidati e stimolati da suggerimenti e spunti che il conduttore lancia a qualsiasi ora del giorno e in diretta nell’appuntamento con gli ospiti connessi:  domande, riflessioni, opinioni con video, musica, citazioni, fraseggi, video e immagini!  Un immaginato salotto per riunire veterani e appassionati del teatro. Ci troviamo dagli addetti ai lavori del genere ai semplici simpatizzanti del palcoscenico che in circostanze migliori preferirebbero godersi silenziosi gli spettacoli accovacciati nelle poltroncine di velluto rosso di un nobil teatro…

L'ORA D'ARIA 3

Or giusto un cenno a quanto si è toccato in questi primi giorni di avvio “laboratorio teatrale di cittadinanza on line” passando da William Shakepeare: drammaturgo e poeta inglese a Samuel Beckett: drammaturgo, scrittore, poeta, traduttore e sceneggiatore irlandese, incrociando per l’immaginaria via Konstantin Stanislavski: attore, regista teatrale e insegnate russo Bertolt Brecht: drammaturgo, poeta, regista teatrale e saggista tedesco, Tutti esperti del settore che con argomentazioni varie hanno intrattenuto i frequentatori virtuali di casa Berto, parlandoci di opere teatrali, musica, selfie evocativi con rimbalzi continui a più livelli d’arte e cultura, sorseggiando sorridenti una tazza di thè!

L'ORA D'ARIA 6

Restiamo quindi entusiati del generoso potpourrì artistico proposto, che fa da corolla ad incontri su rete di chi, in questo periodo incerto e ballerino, cerca ristoro dell’intelletto e della creatività nel modo migliore che l’essere umano conosce: condividendo. Veramente cosa buona e giusta questo laboratorio teatrale di cittadinanzache vuole esprimere umana vicinanza.

                L'ORA D'ARIA 4                                      L'ORA D'ARIA 5

Per meglio esprimere il concetto riporto due citazioni del regista e sceneggiatore italiano Luciano Lucignani:

≈ Il teatro continua ad esistere, e non soltanto come abitudine, come modo d’impiego del tempo libero, ma come esigenza profonda e ineliminabile della vita sociale…

≈ Il teatro deriva la sua tecnica e la sua funzione dal rito magico; abbiamo anche aggiunto che questo rito è un’azione alla quale i partecipanti attribuiscono poteri tali da consentire la sopravvivenza materiale della collettività.”

Hanno reso l’idea? … … … Mattia, vulcano di idee e idilliaco reattore di fantasia e emozioni!

Ah! Scusatemi, scordavo. L’appuntamento giornaliero con il laboratorio teatrale di cittadinanza rientra nella rassegna “UNA STAGIONE SUL SOFA'” indetta dal Teatro Stabile del Veneto.

Avanti tutta anche se #restiamoacasa  ci seguiamo distanza, sono notevoli opportunità  da cogliere!

L'ORA D'ARIA 6

credits: https://www.facebook.com/groups/899497943838398/

Monica Gazzetto on FacebookMonica Gazzetto on Instagram
Monica Gazzetto
Origini padovane, dimora veneziana. Nel quotidiano Donna, nel lavoro numeri, per vivere istinto entropia e introspezione. Vivere è? Osservare, ascoltare, sentire, percepire. Motto? Buona la prima. La sensazione unica dei primi 13 secondi è la strada da intraprendere. Testa alta, avanti dritto sempre.
Arte Costume e Ilarità
Previous reading
Turismo 2020…annus horribilis!
Next reading
COVID/19 e… NOI! Un segno di pace: l’ulivo.