Il rapporto tra nonni e nipoti è sicuramente tra le cose più belle e preziose che abbiamo nella nostra vita.
I nonni rappresentano, infatti, un dono meraviglioso per tutti coloro che hanno ancora al proprio fianco una tra le figure portanti della famiglia, e un piacevole ricordo per chi purtroppo non ha più la possibilità di abbracciarli e ne sente la mancanza.
Oggi 2 ottobre 2018 si festeggiano proprio loro, i nonni: un’occasione speciale per festeggiarli e ricordarli approfittando per ricordare loro quanto sono importanti e rappresentativi.
Scopriamo in questo articolo come nasce la Festa dei nonni e qual è il suo significato.

Festa dei nonni 2018

COME NASCE LA FESTA DEI NONNI

La Festa dei nonni rappresenta una ricorrenza piuttosto recente specie se confrontata alla festa della mamma o del papà. E’ stata istituita in Italia nel 2005 e non è un caso se la data è stata fissata proprio il 2 ottobre: proprio in questo giorno la Chiesa ricorda gli angeli e quali figure meglio li rappresentano se non proprio i nonni.

Tradizionalmente in Italia, sono proprio i nonni a restare sempre molto vicini alle famiglie rappresentano vere e proprie figure di riferimento per figli e nipoti: diventano baby-sitter quando i genitori, complici i mille impegni della quotidianità hanno la necessità di avere qualcuno che si occupino dei propri bambini, o ancora amorevoli infermieri quanto i piccoli sono malati e non possono andare a scuola. In tempi di crisi sono spesso i nonni a dare una mano ai loro figli e nipoti anche sotto l’aspetto economico, facendo spesso da spalla a situazioni economiche poco felici: insomma, i nonni sono senza dubbio vere e proprie colonne portanti nella vita di ognuno di noi.

2018 Festa dei nonni Unicef

FESTA DEI NONNI PER L’UNICEF

Se tradizionalmente la Festa dei nonni si festeggia il 2 ottobre, l’UNICEF quest’anno ha anticipato al weekend precedente i festeggiamenti: dove ci sono i nonni, ovviamente ci sono anche i bambini e per l’occasione il fondo per l’infanzia ha disposto oltre 1500 volontari in 400 piazze italiane per sostenere la campagna “Ogni Bambino è vita“.

Purtroppo spesso ci si dimentica di numeri a dir poco allarmanti: ben 2,6 milioni di neonati in tutto il mondo ogni anno non sopravvivono al primo mese di vita, oltre 7.000 ogni giorno muoiono e 1 milione non sopravvive durante il parto o nel primo giorno di vita. Insomma, un fine settimana che, nonostante sia trascorso, invita sicuramente a riflettere, ricordandoci di tenere stretto il tesoro più prezioso che abbiamo: il rapporto nonno-nipote appunto.

Per quanto riguarda la festa indetta dall’UNICEF sono stati ricordati i giocattoli di una volta, quelli che sono i tradizionali mestieri dimenticati proprio attraverso i racconti dei nonni, accompagnati da musiche, balli e altre attività. Una bella occasione per fare un “tuffo nella tradizione” in compagnia dei nostri nonni.

Italia Festa dei nonni

COME SI FESTEGGIA LA FESTA DEI NONNI NEL MONDO?

Negli Stati Uniti la festa dei nonni esiste ormai lontano 1970 anticipata di circa un mese rispetto all’Europa: cade infatti la prima settimana di settembre, subito dopo il Labor Day. L’idea nasce da un’esperta del settore, Marian Mc Quade, casalinga del West Virginia, mamma di 15 figli e nonna di ben 40 nipoti.Nel 1978, otto anni più tardi, l’allora presidente americano Jimmy Carter ha sostenuto l’iniziativa proclamando il Grandparents Day. In Europa da un decennio a promuovere questa festa è l’Ufficio Olandese dei Fiori, che ogni anno organizza iniziative ed eventi speciali proprio per celebrare il legame unico e speciale che si instaura tra nonni e nipoti, invitando a regalare ai nonni una piantina, per ringraziarli di tutto ciò che fanno quotidianamente.

Anche per noi la Festa dei nonni deve rappresentare uno spunto di riflessione: l’importanza che essi hanno all’interno delle nostre vite non deve mai scemare. Dobbiamo approfittare di ogni momento trascorso con loro, per attribuire l’importanza che meritano, esprimendo loro tutto il nostro amore.
Quando non ci saranno più ci mancheranno.