Ilario Botta, un manager a 5 stelle

Ci piace raccontare storie. Storie di persone di successo. Persone semplici che hanno preparato il loro progetto di vita con obiettivi ben chiari e che li hanno raggiunti. E che nel loro percorso di vita e di lavoro hanno portato ad una svolta positiva una situazione, un luogo, altre persone.

Oggi vi vogliamo parlare di Ilario Botta, un grande manager di hotel di catena.

Ilario è da tre anni General Manager dell’Hotel Radisson Blu di Bamako a Mali (Africa). A Bamako è considerato una persona davvero importante e viene chiamato il manager a 5 stelle perché ha tirato su le sorti dell’hotel dopo l’attacco terroristico di cui l’albergo è stato protagonista nel 2015.

Ilario ha saputo prendere in mano, in un momento difficile, la direzione e la situazione distinguendosi dalla massa e mettendo in campo tutta la sua esperienza e le sue competenze come manager di hotel di lusso.

L’impatto dell’attacco è stato, per il Radisson, molto negativo a causa della paura di altre minacce e della sicurezza incerta dei tempi successivi.
Danni di immagine e di prestigio dell’hotel, calo immediato di fatturato, perdita di clienti, danni alla struttura e, quindi, ulteriori investimenti da fare per farla risplendere. 

La sfida era enorme, così come l’obiettivo: far risorgere il Blu Radisson di Bamako e riportarlo in auge per farlo splendere più di prima.  

Sorprendentemente, non c’è voluto molto tempo. Grazie alla sua esperienza decennale di manager nel settore alberghiero di lusso, ad azioni e strategie mirate, Ilario Botta ha superato ogni aspettativa in termini di riposizionamento del brand e di obiettivi raggiunti.

Ha portato l’hotel Radisson da un tasso di occupazione del 20% del dopo attacco al 55% già nel 2017 superando così gli obiettivi finanziari stabiliti dal Gruppo Rezidor a cui appartiene la catena del Radisson Blu e ha riconquistato la posizione di leader nel mercato competitivo degli hotel di lusso nel paese.

Chi è davvero Ilario Botta, il manager a 5 stelle di Bamako?

Ilario è un uomo che si è fatto da sé.

Dopo gli studi nel ramo alberghiero è partito molto giovane per fare esperienza e ha lavorato in tanti alberghi in giro per il mondo: Francia, Spagna, Germania, Svizzera.
È stato alla direzione come General Manager di grandi alberghi: dal 2013 al 2015 dell’Holiday Inn Corniche in Arabia Saudita, periodo in cui ha vinto un premio per la miglior performance, dal 2015 al 2016 general manager dell’Hotel Warwick Doha 5 stelle di Doha in Qatar.

Ilario Botta, carriera internazionale

Non ha mai smesso di formarsi e di migliorare le sue competenze, ne è la dimostrazione un MBA focalizzato sulla finanza frequentato nel 2006 in Svizzera.

È un leader carismatico, crede molto nella costruzione di rapporti di empatia e fiducia sia con il proprio team che con i propri ospiti, sempre pronto a mettersi in discussione, a cogliere nuove opportunità, a provare nuove strategie e ad elevare l’eccellenza delle strutture in cui ha lavorato e lavora.

È considerato un pioniere del marketing e delle vendite e questa sua dote e attitudine gli consente di mantenere una crescita positiva della struttura che ora dirige in un mercato sempre più competitivo tant’è che l’hotel Radisson Blu è tuttora il leader di mercato a Bamako, il numero 1 nel mercato degli hotel di lusso in Mali.

Se ci parli e lo ascolti con attenzione, capisci subito che ha passione per quello che fa. Ecco cosa dice: 

Ilario Botta, manager a 5 stelle

“I numeri sono importanti: fatturato, presenze mensili, annuali, costi, revenue, ecc. questi dati fanno capire quanto bene sta andando l’azienda. Ma nel nostro settore, quello dell’ospitalità, le persone lo sono di più.
Per me è fondamentale avere un team affiatato, che lavori con passione e si dedichi completamente a far stare bene l’ospite.

E lo è anche essere a servizio delle persone che decidono di fare la loro vacanza da noi, di passare momenti di lavoro o di piacere nella struttura che dirigo.
Ho, insieme al mio team, una responsabilità importante: rendere il loro soggiorno il più speciale possibile e farli tornare a casa con un bellissimo ricordo. Se non si ha la passione per il proprio lavoro, tutto questo diventa difficile.  È per questo che cerco costantemente di spiegarlo ai miei collaboratori e faccio in modo che l’atmosfera in hotel sia il più serena possibile.

Questa è una sorta di missione per me: trasmettere la passione che ho nel mio lavoro a chi lavora con me e a chi decide di essere mio ospite”. 

Che dire? Una bella storia davvero.
Chissà quanto resterà Ilario al Radisson Blu di Bamako.
Ci ha confidato che il suo sogno nel cassetto è di lavorare a Palma di Maillorca.

E noi aspettiamo con impazienza di avere sue notizie dalla Spagna!

Eleonora
Datemi una penna, un quaderno e un buon libro e sarò la persona più felice del mondo. Amo viaggiare, il web, i social network e con questi tre elementi ho creato il mio lavoro.
Colgo gli attimi fotografandoli. Vegana per amore degli animali.
Sempre in bilico tra tacchi alti e scarpe da corsa. Studio, leggo, scrivo e parlo senza misura. Cerco il silenzio nella meditazione e nelle lunghe passeggiate. Mi diverto a trasformare i miei sogni in risultati!
By | 2019-08-03T18:21:29+02:00 Agosto 3rd, 2019|LIFESTYLE, People|0 Comments

Leave A Comment

CommentLuv badge