L’Orto in Vaso: Ecco Alcuni Consigli

Tema a me particolarmente caro è sicuramente quello dell’orto.

Credo, infatti, che specialmente ai nostri giorni, avere consapevolezza di cosa si ha nel piatto sia un piacere da riscoprire. È una grande soddisfazione, poi, assaporare quello che viene prodotto grazie al nostro lavoro e alle cure che riserviamo alle nostre piante.

Qualche conoscente mi fa spesso notare che, purtroppo, nelle nostre abitazioni gli spazi sono sempre più piccoli, ridotti all’indispensabile. Ma è davvero indispensabile disporre di un grande appezzamento di terra per avere un orto?

In realtà no! Le soluzioni alternative ci sono e scegliendo i contenitori giusti e disponendo di un terrazzo o un balcone possiamo ottenere la nostra produzione di ortaggi.

Prima di procedere bisogna verificare l’esposizione del vostro spazio: le verdure richiedono molta luce perciò è indispensabile che stiano al sole diretto per almeno mezza giornata. Se il vostro balcone si trova a sud, sappiate che questa è la posizione più adatta. In mancanza di luce le piante si protendono verso l’alto e si presentano molto sviluppate in altezza e poco in robustezza, vivono stentatamente e non producono nulla.

Trovata quindi la posizione più adatta, potete procedere all’acquisto delle piantine o dei semi. Se siete inesperti, vi suggerisco delle piante facili che vi daranno grandi soddisfazioni: zucchine, pomodori, lattuga, fagiolini e, infine, le piante aromatiche, che devono essere abbondanti perché i loro fiori attirano gli insetti impollinatori e allontanano i parassiti.

Per quanto riguarda il contenitore, invece, ne esistono davvero tantissimi “modelli”. Visto che andranno a decorare il vostro balcone o terrazzo, vi consiglierei di sceglierli dello stesso tipo, magari di dimensioni diverse, da decorare con tanta fantasia coinvolgendo i vostri bimbi.

La loro funzione fondamentale è quella di mantenere l’umidità, quindi vanno privilegiati i materiali che lo fanno maggiormente. Questi vasi vanno poi riempiti con una miscela di 60-70% di terra sabbiosa o argillosa, e il restante 30-40% con terriccio da giardino o compost. Se volete potete aggiungere un po’ di cenere di legna, ne basta una manciata abbondante. In ogni caso il vaso deve essere pieno fino a 2cm dal bordo e il contenuto va leggermente pressato e innaffiato. Dopo qualche giorno si potranno mettere a dimora le nostre piantine con qualche accorgimento.

Qualche accorgimento particolare serve per le piante di pomodoro e zucchine. Queste, infatti, necessitano di un tutore che andrà collegato ai lati della pianta, al quale la stessa verrà legata affinché crescendo e maturando frutti, non ceda al peso e non si pieghi su se stessa. Non spaventatevi: questo tutore o sostegno potete tranquillamente realizzarlo con una canna di bambù, a cui fisserete il fusto ogni 15cm circa utilizzando legacci non troppo taglienti e lasciando la legatura larga. Sempre per i pomodori e le zucchine ricordatevi della sfogliatura. Questa operazione consiste nell’eliminazione delle foglie sottostanti la prima corona di fiori. Oltre a queste, bisogna eliminare le foglie di pomodoro che toccano terra o cominciano a presentare macchie brune; così pure quelle di zucchina che ingialliscono o presentano foglie con un pulviscolo bianco che le ricopre.

Una volta fatto quanto detto qui sopra, ricordatevi di irrigare la vostra pianta in modo da mantenere la terra umida, non bagnata e di concimare con un concime a lenta cessione così potrete utilizzarlo meno frequentemente, ma ottenendo comunque un buon risultato.

Dopo una giornata passata in ufficio o in un luogo chiuso, occuparsi delle vostre piantine vi aiuterà a staccare la spina dai problemi quotidiani e assaporare le verdure prodotte proprio sul vostro terrazzo sarà una soddisfazione davvero immensa.

Vi saluto con una bella citazione di Giovanni Soriano: “Coltiviamo il nostro piccolo orto non solo per la speranza di poterne ricavare dei frutti un domani, ma soprattutto per il piacere che tale cura e tale speranza ci procurano oggi.”

Autore: Erika Favero

MeMagazine on EmailMeMagazine on FacebookMeMagazine on GoogleMeMagazine on InstagramMeMagazine on Twitter
MeMagazine
MeMagazine siamo noi. MeMagazine sei tu. Questo profilo serve per pubblicare tutti gli articoli delle persone che vogliono rimanere anonime o di chi scrive sporadicamente e non vuole impegnarsi troppo. Vuoi scrivere? Contattaci.
SALUTE E BENESSERE Sapori e Profumi
Previous reading
Villa Barbariga, una sorpresa
Next reading
Che Cos’è La Felicità?