M9 – El Troso in visita al MUSEO DEL ‘900

M9 - El troso in visita al MUSEO DEL '900

<<… che storia, la Storia!>> l’esclamazione corale spontanea del gruppo culturale “EL TROSOdi Camponogara – Comune della Città Metropolitana di Venezia. Assieme a un nutrito seguito di simpatizzanti dello stesso, è stato in visita qualche domenica fa al museo M9 di Mestre.  Il primo museo nazionale che tratta, o meglio, racconta della storia dell’ Italia del XX secolo.

Gruppo culturale EL TROSO

Entusiasmo, curiosità e interesse sono le principali caratteristiche che hanno mosso il gruppo culturale a proporre nel proprio territorio una visita guidata aperta ai desiderosi di Eventi, Libertà, Territorio, Rievocazioni, Opportunità, Studio e Origini. Eccovi i pilastri di sostegno delle attività del gruppo.

Pilastri che valgono come RADICI! Affermazione che trova espressione nel logo del gruppo – un albero di noci (dalla derivazione latina del nome del comune CAMPONOGARA)-, e nella  barchessa veneta dove il gruppo si è simpaticamente “schematizzato“.gruppo culturale EL TROSO

n.b. “El Tròso” nella nostra lingua è un piccolo sentiero di campagna creato dal calpestio frequente e prolungato dei viandanti

che porta chi lo percorre alla riscoperta dalla storia e delle tradizioni del nostro comune. (cit.)

Questa breve premessa ci accompagna nel sostenere l’idea che le nostre radici stanno nel nostro passato. La mostra e gli allestimenti dell’ M9 a tal riguardo  infatti non hanno deluso le aspettative dei 75 avventori di età assortite. Suddivisi in 3 gruppi si sono deliziati:
– tra i ricordi per i nati nel secolo scorso
– tra sorprese e, a tratti, incredulità per le nuovissime generazioni.

M9: il museo

La mostra espositiva è ben articolata e strutturata. Due piani di un ampio edificio di nuova costituzione accolgono installazioni multimediali e interattive. Sono sapientemente suddivise in 8 sezioni tematiche che consentono ai visitatori di fare un vero e proprio viaggio nel tempo. Se da una parte ci ritroviamo faccia a faccia su “come eravamo”, dall’ altra ci scopriamo catapultati in quanto di più innovativo ha portato il progresso di fine e nuovo secolo. Seguendo il percorso ci troveremo immersi nella tecnologia più innovativa: sensorialità visiva e tattile, ricostruzioni e proiezioni 3D, suoni e giochi di luci e ombre dagli eterei connotati.

M9 MUSEO DEL '900 2M9 MUSEO DEL '900 3

 Per nostra generale informazione, la guida spiegava che circa 10/15% delle installazioni varia. A rotazione cambia per scadenza licenze e/o rinnovi della documentazione di archivio appaltata dai diversi istituiti, per il cambio radicale  dei contenuti pur mantenendo integro l’argomento da proporre. <<Sta di fatto>> racconta affascinata Alice (la guida) <<che abbiamo un così grande patrimonio informativo-artistico-visivo-culturale da cui attingere che sarebbe quasi un sacrilegio mantenere statici i contenuti delle installazioni.>>

M9: il percorso 

Per l’occasione è stato pensato un percorso ad hoc. Infatti l’accompagnamento di una guida esperta ha favorito un’ampia panoramica di questo geniale progetto. Ambito progetto perché ideazione, progettazione e profilo didattico-culturale-educativo sono di portata internazionale. Nel nostro piccolo, possiamo testimoniare infatti che i curiosi partecipanti de EL TROSO si sono avventurati senza riserve in questa esperienza che ha avuto dell’ incredibile. C’è stato un impatto eccezionale di informazioni raccolte, di documentazione scritta e fotografica proposta, di nozioni tecnico-scientifiche sviluppate in variegati livelli di proiezioni e interpretazioni spazio-temporali. Provare per credere!

M9 MUSEO DEL '900 7

Gli spazi ben organizzati e composti e i percorsi tracciati con tappe “obbligatorie” hanno concesso una visita incalzante alla scoperta di ritrovarci “figli e e figlie” di questo mondo. Siamo quasi sempre in ricerca di conferme della veridicità ed esistenza di quanto tramandato da genitori, nonni, bisnonni e così via.. a ritroso nel tempo.

M9 MUSEO DEL '900 5

Tutti desiderosi di un senso di appartenenza alla nostra terra, alla ricerca del tempo perduto… a caccia di conferme per definire con certezza la nostra identità nell’ ambiente familiare e domestico, tra i banchi di scuola, nel lavoro, in campo politico, nella scienza e ricerca… praticamente in ogni dove. L’uomo non si risparmia nel sperimentare e generare, avvertendo la necessità di confermarsi parte attiva di questo terra.

M9 MUSEO DEL '900 6

M9: l’esperienza

Come punto finale, riepiloghiamo che M9 è da considerasi un grande calderone. E’ un sorta di collettore di cento anni di avvenimenti, fatti, scoperte, evoluzioni. Infatti non ha mancato di scodellare ai visitatori nozioni, informazioni, episodi e aneddoti lasciandoli rientrare a casa soddisfatti e meditanti. Siamo parlando di un secolo fa… Sembra  comunque di raccontare di un tempo molto lontano. Tuttavia è il tempo in cui alcuni hanno vissuto una buona parte della loro vita, altri dovevano ancora nascere!

Sicuramente esperienza da ripetere, in solitaria o in compagnia… voi che ne dite?

Per ovvi motivi, il mio prossimo ingresso sarà “sola”: in posti come questo non ci si deve preoccupare che la lancetta dell’orologio scorre in avanti.

M9 MUSEO DEL '900 8

 

CREDITS: https://www.m9museum.it/it

Monica Gazzetto on FacebookMonica Gazzetto on Instagram
Monica Gazzetto
Origini padovane, dimora veneziana. Nel quotidiano Donna, nel lavoro numeri, per vivere istinto entropia e introspezione. Vivere è? Osservare, ascoltare, sentire, percepire. Motto? Buona la prima. La sensazione unica dei primi 13 secondi è la strada da intraprendere. Testa alta, avanti dritto sempre.
Arte
Previous reading
Marea molto sostenuta domani e mercoledì a Venezia: raggiungerà 1.45 cm s.l.m.
Next reading
Del Piero Alessandro, da San Vendemiano al tetto del Mondo!