MATURITA’ 2020

Il piano di emergenza per la maturità 2020 — Fonte: istock

Finalmente approvato dal Miur il DL scuola che definisce, tra le altre cose, la fine dell’anno scolastico 2019-2020 e definisce le misure sugli esami di maturità e di terza media.
Per quanto riguarda l’esame di maturità, il Miur ha 2 piani per due scenari diversi, già presenti nella bozza:

  • qualora si rientrasse a scuola entro il 18 Maggio il piano  A con un esame semplificato ma con i due scritti
  • oppure piano B, se non si rientra più a scuola con una maturità completamente stravolta.

PIANO A: IPOTESI CON RIENTRO A MAGGIO

In questo caso l’esame di maturità si configurerà così:

  • TUTTI AMMESSI: Nei quadri non ci saranno non ammessi. Ma i crediti di accesso relativi alla classe V e il voto finale saranno comunque basati sull’impegno di tutto l’anno.
  • PRIMA PROVA: Prima prova scritta di Italiano (nazionale) confermata il 17 giugno. Chi elaborerà le tracce dovrà però tenere conto del programma svolto parzialmente e non ci saranno spunti contemporanei nelle tracce storiche, letterarie e riflessive.
  • SECONDA PROVA: prova interna elaborata dalla commissione e quindi diversa da scuola a scuola, modulata sul programma effettivamente svolto dagli studenti.
  • ORALE: ha inizio a fine giugno, come negli anni precedenti e potrebbe svolgersi online.

PIANO B: COSA ACCADE SE NON SI RIENTRA A SCUOLA

Il piano B prevede un esame completamente stravolto perchè senza il preventivo rientro a scuola a maggio e, quindi, senza la possibilità di fare gli scritti. Come sarebbe, in questo caso, l’esame di Stato?

  1. Tutti ammessi
  2. Nessuna prova scritta il 17 e 18 giugno per “ragioni sanitarie”. Come già accaduto a L’Aquila nel 2009 e in provincia di Modena nel 2012 causa terremoti.
  3. Orale “rafforzato” che varrà 60 punti su 100 perchè è l’unica prova che di fatto consentirà di valutare gli studenti (gli altri 40 punti arrivano dall’andamento dello studente negli anni precedenti). Prenderà il via il 17 giugno e, al suo interno, troveranno spazio anche “Le esperienze maturate nei percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento“, ovvero le esperienza di alternanza scuola-lavoro laddove svolte.
    – L’orale durerà almeno un’ora
    – Ci saranno esercizi scritti da svolgere (Matematica, traduzione di Latino…)
    – Potrebbe svolgersi online qualora l’emergenza sanitaria non sia stata superata.

Ringrazio di nuovo tutto il personale, le famiglie, gli studenti e il loro sforzo importante- dice la Ministra Lucia Azzolina-. La didattica a distanza ci ha aiutato a salvare l’anno scolastico. Non sostituisce e non potrà mai sostituire del tutto, ovviamente, la didattica in presenza. Ma era l’unica risposta possibile per non lasciare soli bambini e ragazzi e garantire loro il diritto allo studio previsto dalla Costituzione. Bisogna essere fieri di come l’Italia e gli italiani hanno reagito.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
Eventi di crescita personale e professionale
Previous reading
Lockdown per coronavirus, città e paesi deserti…ecco chi spunta all’orizzonte!
Next reading
Il welfare aziendale, una soluzione per i dipendenti, per le aziende e per la società.