Mostra fotografica: Sguardi su Padova e Vigonza. Francesco Danesin fotografo

L’Assessorato alla Cultura è lieto di presentare alla cittadinanza la Mostra fotografica: Sguardi su Padova e Vigonza. Francesco Danesin fotografo, promossa da Università Aperta Vigontina e Progetto Portello, Padova – Porta Portello dal 26 ottobre al 10 novembre (dopo una prima parte tenutasi a Vigonza sino al 13 Ottobre).

Apertura al pubblico della mostra
– Porta Portello: giovedì, venerdì dalle 10-12; sabato, domenica 10-12 e 16-19

Ecco chi è Francesco Danesin:
Personalità eclettica e creativa, discendente da una illustre famiglia di filosofi e di fotografi, Francesco ha sviluppato una grande passione per la fotografia intesa come strumento di indagine e conoscenza arrivando a scrivere con la qualità delle sue immagini una pagina importante di questa che ormai è universalmente riconosciuta come la quarta arte.
Fin dagli anni cinquanta si è dedicato alla fotografia con sincera passione spaziando dal reportage alla figura ambientata, dall’architettura alla rappresentazione della natura: infatti il Primo Premio Medaglia d’Oro gli viene riconosciuto dal Comune di Padova e dal Fotoclub Padova già nel 1969 per l’immagine-manifesto con lo zoccolo del cavallo ligneo del Palazzo della Ragione posato sulla boccia che è diventata emblema – icona della Città e di seguito il Premio Pedrocchi 1987 conseguito per la realizzazione del famoso “Hortus Simpicium” con cui per primo ha esaltato la bellezza dell’Orto Botanico di Padova. Perseverante nella ricerca e negli studi, nello svolgersi delle sue attività, ha pubblicato più di una trentina di libri storico-fotografici tra cui quelli riguardanti la Fisica Nucleare e l’Astronomia ( ha lavorato per molti anni presso l’Istituto di Fisica G.Galilei dell’Università di Padova) : nel 1992 “Da Galileo alle Stelle” viene insignito del Premio Salotto Veneto e successivamente nel 2007 il saggio “Fotografia e Matematica – Algoritmi ed emozioni nell’arte fotografica” concepito per il Convegno Areale di Piacenza. Ha inoltre esposto fotografie e libri agli Incontri internazionali di fotografia di Arles partecipando a numerose mostre in Italia e in Europa; in particolare sue opere fotografiche sono conservate presso il Cabinet des Estampes a Parigi. Sempre supportato dalla sua fervida passione, Danesin ha continuato a promuovere diverse iniziative per diffondere tra i giovani l’interesse per la fotografia come arte contribuendo alla nascita di molti Fotoclub, sfociando poi nell’attività didattica anche presso scuole di ogni ordine e grado compresi molti Istituti Universitari e associazioni culturali. A partire dall’anno 2000 poi è stato riconosciuto  quale vicepresidente della Consulta per la Fotografia del Comune di Padova dando un importante contributo alla realizzazione di molteplici mostre  ed eventi che hanno fatto conoscere ed apprezzare in tutto il nostro territorio  le più alte espressioni dell’arte fotografica italiana e internazionale.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
Mostre fotografiche
Previous reading
#IO LEGGOPERCHE’ – L’importanza di un libro.
Next reading
Francesco Renga in concerto a Mestre