Ottobre mese della prevenzione 2019: così possiamo battere il cancro al seno

Care amiche lettrici, questo articolo è dedicato a voi.
E’ un articolo di quelli seri seri. Per farlo mi sono fatto aiutare da “Pianeta Donna” dove i dati che ho letto sono davvero importantissimi e invito tutte voi a prenderne visione. Ricordate, care donne, che la prevenzione e la diagnosi precoce è la miglior arma di difesa contro il cancro al seno.

Il mese di ottobre è simbolicamente dedicato alla prevenzione del tumore al seno.
Ovviamente è importante ribadire che ogni donna deve in ogni periodo dell’anno informarsi per quanto riguarda la prevenzione del cancro alla mammella.
Ricordiamo che il cancro al seno è tra le neoplasie più frequenti riguardanti la popolazione femminile ed è la seconda causa di morte tra le donne in età tra 35 e 75 anni di vita.

Questi tumori sono maggiori e più frequenti salendo con l’età oltre i 30 anni, raggiungendo un’incidenza massima tra i 45 e i 60 anni, mentre sono rarissimi in donne sotto i 20 anni e rari tra i 20 e i 30, anche se non è impossibile che i tumori al seno si presentino nelle donne giovani under 40. È fondamentale una prevenzione primaria per il cancro al seno caratterizzata da uno stile di vita sano e alcune regole che permettano, per quello che si possa, di prevenire il cancro. Inoltre, è basilare una prevenzione secondaria basata su controlli preventivi ciclici e screening specifici allo scopo di arrivare a una diagnosi precoce della lesione tumorale, per migliorare la prognosi mediante un trattamento tempestivo. Nella maggior parte dei casi questo può portare a una guarigione completa con ovvia riduzione della mortalità.

Lo dimostra la stessa storia di una malattia che diversamente da quanto spesso si può pensare, affonda le sue radici in epoche lontane e non è certo figlia della modernità. Questa modernità può però sconfiggerla, ed è per questo motivo che ogni anno, a ottobre, con la “Campagna il nastro rosa” si celebra l’importanza della prevenzione attraverso una serie di iniziative organizzate da Lilt, la lega italiana per la lotta al tumore. Il cancro al seno, infatti, è il tumore che colpisce di più le donne e la prevenzione è fondamentale: se il cancro viene localizzato quando è allo stadio 0, la sopravvivenza a 5 anni delle pazienti è del 98%.

Se volete approfondire vi invito a leggere i dati che trovate nel sito “Pianeta Donna” ma, cosa più importante care donne, vi invito a controllarvi, scoprirvi, e se notate qualcosa che non via pare nella norma, correte subito dal medico e fatevi vedere subito. Voi donne siete troppo importanti e non dovete nella maniera più assoluta darla vinta al cancro.
Siate voi…le più forti.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
Eventi di Solidarietà
Previous reading
Calendario 2020 al Dragonfly, ecco le selezioni.
Next reading
Miss Mioclub Prima Selezione: vince Mariasole di Treviso