PAOLINA BORGHESE: Inaugurata la mostra al Museo Canova di Possagno (Tv) dal 19 Marzo al 30 Maggio 2021. Ce la presenta il professor Vittorio Sgarbi, presidente del museo.

In tempo di Covid, molte attività ritenute più “aggreganti” di altre, vengono chiuse, poi aperte e di nuovo chiuse. E’ il caso anche dei musei che hanno riaperto subito dopo le vacanza di Natale, con restrizioni sicuramente, ma aperti. Purtroppo la nuova zona rossa veneta li ha costretti ad una nuova chiusura, almeno fino al 6 Aprile, ma temo che la data sarà prorogata.

Il Museo (privato) del Canova di Possagno (www.museocanova.it) anziché chiudere qualsiasi contatto coi visitatori, apre ufficialmente, seppur via internet, la mostra su Paolina Borghese, l’opera forse più famosa e conosciuta di Antonio Canova. Iniziativa, questa, che inaugura le celebrazioni propedeutiche agli anniversari canoviani del 2022, anno in cui ricorrerà il bicentenario della morte di Antonio Canova, uno dei più grandi artisti di tutte le epoche e che proprio nel piccolo paese del trevigiano è nato nel 1757.

Abbiamo avuto il piacere di essere stati invitati alla conferenza stampa che si è tenuta ieri on-line alle 11.30 alla presenza del giovane Sindaco di Possagno, Valerio Favaro che ha ringraziato i presenti e soprattutto le Aziende che hanno sempre a cuore la cura delle opere come Paolina, restaurata alle dita dei piedi dopo lo sfregio dello scorso luglio da parte di un turista austriaco. Ha ricordato anche i nuovi spazi espositivi dedicati alla mostra da parte dell’amministrazione locale-

“Un gesto di positività, con la speranza di riaprire le porte appena possibile”, ecco come ha definito la mostra la Dottoressa Moira Mascotto, direttrice e curatrice, “una mostra che valorizza il territorio ideata e realizzata a tutela del patrimonio e che vede 2 percorsi ben definiti dove poter scoprire l’iter creativo dell’artista, dalla progettazione ai dipinti alla realizzazione dell’opera” La curatrice ha spiegato anche il perché della scelta dell’immagine per rappresentare la mostra, una Paolina vista attraverso una sorta di binocolo rosa, quasi a testimoniare la “discrezione” che Paolina Borghese chiese a suo marito Camillo per avere esposto l’opera al pubblico in quanto, evidentemente, provava vergogna. Rosa perché donna, una donna dalle forme perfette, donna curata, donna forte. “E’ stato realizzato anche un fumetto per i bambini che racconta la mostra e il Canova, e per questo ringraziamo Valentino Villanova”, ha ricordato la dottoressa Mascotto.

Sponsor e grande sostenitrice della mostra, Alessia Vardanega, designer freelance che ha raccontato di essersi trovata in un meraviglioso viaggio canoviano attraverso Paolina Borghese. Quasi un dovere di restituire gratitudine ad Antonio Canova per tutta la bellezza che ha saputo dare al territorio ed al mondo intero. Sostenere ed amare realtà come queste, significa amare e conoscere, significa innamorarsi del bello.

Bellissima la presentazione del professor Vittorio Sgarbi, al quale ho avuto il piacere di fare qualche domanda per voi lettori di MeMagazine, che si è presentato dichiarando di essere stato molto colpito dalla passionalità con la quale, sia la curatrice che lo sponsor, hanno condiviso il cammino di restauro e presentazione dell’opera, non nascondendo profonda insoddisfazione per le misure del precedente ed attuale governo relativamente alle chiusure di alcune categorie di lavori. Ha precisato che, nonostante tutto, il museo del Canova, invece di chiudere, apre le porte alla mostra, sia pure in modalità (per ora) on-line. Paolina, emblema dell’amore, donna verso la quale ognuno vede proprio l’amore in forme diverse, alcuni in maniera carnale, alcuni in quella artistico.

Vittorio Sgarbi, presidente del Museo Antonio Canova di Possagno (TV)

Donna che, come nella realtà, è stata profanata ed abusata lo scorso luglio dal turista austriaco che, per un selfie, ci si è appoggiato sopra rompendole le dita del piede. Paradosso vuole che proprio questa violenza ha dato a Paolina una visibilità che non aveva mai avuto, e ancora più paradossalmente, le visite al museo e i soggiorni alle strutture ricettive di Passagno e dintorni, hanno avuto un forte incremento di afflussi. Proprio il professor Sgarbi, che mi ha stupito ancora una volta citando una mia lontanissima parente, l’Architetto Egle Renata Trincanato, prima donna dell’ateneo veneziano a laurearsi in architettura ed affermandosi in maniera prepotente nel campo dell’architettura contemporanea, ha poi sottolineato come l’arte e il turismo vanno a braccetto. Ogni mostra, ogni museo, ogni dimora storica, ogni chiesa, porta inevitabilmente visitatori che necessitano di strutture ricettive. Un esempio su tutti: Venezia, ormai agonizzante sotto il profilo turistico, avrà bisogno di tutto il mondo per rialzarsi perché, il solo Veneto, la sola Italia, la sola Europa, non saranno sufficienti per far si che tutto ritorni come prima. E canova con Venezia ha molto in comune tanto che, in occasione del 200° anno dalla morte dell’artista, le ricorrenze previste per il 2022, sono state affidate direttamente dal governo a Possagno, Venezia e Roma. Canova dunque è del mondo ed è giusto che tutto il mondo abbia la possibilità di ammirare le sue opere.

Come fare per visiare la mostra on line: collegarsi al sito www.museocanova.it e seguire la sezione visite o chiamare la biglietteria che vi indicherà gli orari e le modalità. Buona visita.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
Arte Eventi Artistici e Culturali Eventi di Promozione Turistica People Racconti di Viaggio
Previous reading
Oggi 22 Marzo 2021 giornata mondiale dell’acqua, elemento sinonimo di vita.
Next reading
FESTA DEL PAPA’ IN ITALIA E NEL MONDO. Auguri!