Riviera del Brenta: percorso enogastronomico, rilancio degli “sfitti” e nuove strategie di marketing

Bentrovati a tutti. Riprendo una notizia pubblicata da Confesercenti Venezia lo scorso 6 Marzo 2019, notizia che è ufficialmente parte del nuovo OGD Riviera del Brenta e Terra dei Tiepolo.  

Sulle scia di quanto fatto anche a Mira lo scorso Ottobre, dove l’Assessore al commercio e turismo Vanna Baldan ha voluto fortemente iniziare n progetto di forte coesione tra Confesercenti e gli stakholder miranesi, continuano le azioni di marketing territoriale che Confesercenti ha messo in campo con la nascita del distretto del commercio, anche in Unione dei Comuni della Città della Riviera del Brenta grazie a un bando vinto in Camera di Commercio Venezia Rovigo Delta Lagunare.
Tra le iniziative presentate a Dolo (presenti il direttore Confesercenti Maurizio Franceschi, il presidente Confesercenti Riviera del Brenta Enrico Zarotti, il sindaco di Dolo Alberto Polo, il sindaco di Campagna Lupia Alberto Natin e il manager di distretto Francesco Miggiani), anche la nascita di un percorso enogastronomico che coinvolge 40 aziende della ristorazione, produttori agricoli ed ittici della Riviera del Brenta fino al Miranese.

L’elemento turistico è sicuramente tra le principali forze attrattive del territorio, che grazie alla regia del distretto del commercio, si stanno promuovendo con materiale informativo tradotto anche in inglese e che verrà messo a disposizione di tutti all’esterno dei negozi e delle realtà economiche. Del resto, il progetto di distretto ha anche il significato di coordinare in modo unitario le realtà e le ricchezze già esistenti. Confesercenti, sta anche portando avanti incontri di formazione con i commercianti dell’area proprio sulle tematiche del distretto, grazie alla preziosa e fattiva collaborazione delle amministrazioni coinvolte, ovvero Dolo, Fiesso d’Artico, Fossò e Campagna Lupia.

L’altro elemento del rilancio è l’azione di valorizzazione dei negozi sfitti della Riviera – circa 130 negozi sfitti, di cui il 40% circa viene riproposto in affitto o in vendita – con nuove vetrofanie in accordo coi proprietari, come già avvenuto con gli esempi positivi di Mira e Oriago.
Confesercenti ha lanciato anche un bando per la realizzazione del nuovo logo del Distretto del Commercio della Riviera del Brenta coinvolgendo studenti e docenti del Dipartimento di Design dello Iuav di Venezia. Sono 58 i distretti del commercio riconosciuti dalla Giunta Regionale del Veneto, di cui 11 nella provincia di Venezia. La Regione Veneto ha stanziato circa un importo complessivo di 8 milioni di euro, provenienti da fondi europei, che saranno suddivisi tra i progetti presentati dai singoli distretti del commercio. Anche il comune di Stra ha il suo Distretto con Noventa Padovana. Insomma, la Riviera del Brenta si sta dando davvero da fare.
E noi, non dimentichiamoci di viverla.

Renato Trincanato
La vita...è un viaggio. Dunque, viaggiate! Chi sono io? Prima di tutto sono fin troppo razionale...l'istinto lo uso molto poco e prima di fare delle scelte devo pensare parecchio. Sono molto realista, non mi creo illusioni, non spero in cose su cui non c'è più speranza. Accetto la realtà,ma spesso non la condivido. Sono anche romantico sotto un certo punto di vista. Sono permaloso (nei limiti): una battuta a cavolo nel momento sbagliato sul mio carattere, sul mio abbigliamento o su qualsiasi altra cosa può essere fatale per la mia ira... Sono nervoso perennemente, credo...mi preoccupo per mille persone e prima di qualche prova importante sono sempre in tensione. Sono anche molto altruista, se un amico/a ha bisogno di sfogarsi io ci sono in qualsiasi momento, garantito. Sono io.
TERRITORIO
Previous reading
Prima Dacia Maraini e poi Pietrangelo Buttafuoco, registrano un tutto esaurito all’Hotel Savoy di Roma.
Next reading
SABATO 29 GIUGNO “GIU’ IN STRADA” NOTTE BIANCA A CAMPOLONGO