Siamo Come Foglie

Ricomincio da ME. Modalità ON: sempre inserita! Curioso, no?
Si muovono le foglie, il vento le fa vibrare ma poi le distacca come un’amante nel gioco del… TEMPO!
Tutti sempre lesti nel viaggio della quotidianità? Siamo oramai ad autunno inoltrato e sicuramente siete tutti immersi nelle vostre attività di sempre, riprese dopo l’estate che oramai a pensarci risultano come un lontano ricordo…
Sorridete a leggerlo? Beh… è normale: il placido dolce far niente vacanziero di un paio di mesi fa credo sia stato egregiamente soppiantato da lavoro – scuola – spese – corsi nuoto – palestra – estetista – allenamenti – lezioni – concerti – teatro – happy-hour ecc… Certo, perché se ci avanza un briciolo di tempo dobbiamo a tutti i costi metterci a far qualcosa per noi, rendendoci magari conto a lungo andare che anziché rallentare i ritmi abbiamo incrementato quella fetta di stress che già ci pareva importante e pesante con tutti gli impegni precedentemente presi. Ma chi ce lo fa fare? Ci sono azioni che svolgiamo per priorità e responsabilità verso noi stessi e i nostri cari – mariti, mogli figli e figlie e il resto della famiglia, altre  per  necessità e per passatempo e svago.
Avete mai pensato di emulare la vostra esistenza con le foglie? In ouverture vi propongo il breve passaggio di una canzone tale da farmi visualizzare la nostra esistenza in questa visione “natural key”. Si! … perché le foglie se ne stanno comode comode fin dall’inizio della loro esistenza appese ai rami, poi cresciutelle giunte a maturazione si staccano e partono per ignoti orizzonti. Ci sono giorni che hanno percorsi agiati: dondolano tranquille fino a cadere morbide al suolo dopo un lieve percorso nell’aria ben disegnato; in giornate più movimentate tra salti e piroette dalle traiettorie non programmate sotto la dittatura di vento, pioggia e scuotimenti vari, si ritrovano sbattute a terra senza un perché.

Siamo anche noi un po’ così: tra comodità di casa e fortuiti imprevisti cerchiamo di arrivar sera integri, ringraziandoci se successi e fortune ci hanno colorato la giornata o consolandoci in caso di sconfitte e pentimenti che hanno segnato la nostra resa giornaliera. A fine dì ci corichiamo a letto con i classici quesiti amletici: com’è andata oggi? Come sarà il mio domani? Forse anche le foglie si chiedono arrese al suolo se sono state brave ad arrivare a terra e se, tutte insieme, ci lasciano l’idea di un coperta dai caldi colori… come nella foto in testata. Resto con la convinzione che dosare il nostro tempo per gestite con criterio e accuratezza ogni nostra azione sia essenziale per rendere il nostro “volo” il più piacevole e fruttifero possibile…
Azzardo lasciarvi per questo quadretto sopra disegnato un verso della mia cara Alda “Ero una foglia libera nel vento/e tu ragazzo che mi hai visto cadere/mi hai presa per un pantano”. Forse stride perché apparentemente cruento sul finire, ma sicuramente d’effetto se ci pensiamo come foglie e la Merini così ce la dice tutta.

Come buona abitudine, consiglio – come io stessa osservo – di tener d’occhio il datario per renderci conto se c’è un motivo in più per “dondolare” ovvero gioire nel cuore o soffermarci per una riflessione in più – quindi appunto che a novembre si onorano: il 13 giornata mondiale della gentilezza, il 16 quella internazionale della tolleranza, il 20 l’universale del bambino, il 25 internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Queste sono soltanto alcune… giusto per ricordarci e ricordare agl’altri che anche se siamo qui di passaggio, abbiamo tutti un ruolo importante in ogni preciso istante! Pensiamo che dopotutto oggi è il primo giorno del resto della nostra vita! Kiss, mk.

Monica Gazzetto on FacebookMonica Gazzetto on Instagram
Monica Gazzetto
Origini padovane, dimora veneziana. Nel quotidiano Donna, nel lavoro numeri, per vivere istinto entropia e introspezione. Vivere è? Osservare, ascoltare, sentire, percepire. Motto? Buona la prima. La sensazione unica dei primi 13 secondi è la strada da intraprendere. Testa alta, avanti dritto sempre.
Crescita-personale LIFESTYLE
Previous reading
Turismo 10 in Riviera Del Brenta
Next reading
Dolesi al Fronte di Ivan Bruno Zabeo