Spettacolo teatrale Punto Burano a Camponogara

Spettacolo teatrale Punto Burano, Donne sul filo del merletto

Venerdì 23 marzo alle ore 20.30 presso il teatro Dario Fo di Camponogara, verrà presentato lo spettacolo teatrale Punto Burano, Donne sul filo del merletto dell’Associazione Arte Mide in collaborazione con l’Associazione Sole e Donna di Dolo che si occupa del sostegno fisioterapico delle donne operate al seno.

Lo spettacolo, pensato per supportare la candidatura del merletto a patrimonio intangibile dell’UNESCO, è realizzato grazie alle ricerche dell’attrice Chiarastella Seravalle e della musicista Rachele Colombo che si sono tuffate nell’affascinante storia del merletto e nel mondo gravita attorno ad esso.

Protagoniste dello spettacolo tre merlettaie di epoche diverse: Costanza, che vive alla fine del XV secolo epoca in cui il merletto era un passatempo delle aristocratiche veneziane per poi diffondersi anche nei conventi; Virginia che vive nel XVII secolo e fa parte delle professioniste invitate in Francia alla corte del Re Sole per spiegare i misteri del merletto alle ricamatrici francesi, e Rosalba, una donna del XX secolo, periodo di scioperi e di rivolte femminili per protestare contro lo sfruttamento del loro lavoro.

Questo spettacolo è stato reso possibile grazie anche alle merlettaie veneziane che hanno concesso alcune interviste in cui parlavano del loro lavoro e raccontavano i segreti di questo affascinante mestiere.

Non perdete quindi  lo spettacolo teatrale Punto Burano, Donne sul filo del merletto, venerdì 23 marzo alle ore 20.30 al teatro Dario Fo di Camponogara.

Gloria Gallo on EmailGloria Gallo on FacebookGloria Gallo on Twitter
Gloria Gallo
Pianighese d’origine, ma ormai da qualche anno vivo in un altro paese. Laureata in Scienze della Comunicazione a Venezia, da anni collaboro con associazioni culturali, riviste e siti web parlando di quello che mi piace di più: i libri! Amo la lettura, la scrittura, la letteratura e la storia contemporanea. Il mio più grande difetto è che non riesco a “star ferma”: ho sempre bisogno di nuove avventure e di stimoli sempre diversi. Mi piacciono le sfide e cerco sempre di trovare il lato positivo nelle cose perché penso che la realtà sia tanto difficile già di suo senza doversi fossilizzare su quello che non va.
Eventi Teatrali
Previous reading
3ª Marcia “Città della Speranza” 2018 – Camponogara Ve
Next reading
Art Shelter #3